Visitare Hyannis dalla storia dei Kennedy alle isole di Cape Cod – Massachusetts

Quando abbiamo iniziato a pianificare l’itinerario di questa bellissima zona, una delle più ambite del Massachusetts, come già raccontato in altri articoli abbiamo scelto una cittadina che facesse da base per i nostri spostamenti.

Dalle isole di Cape Code alla stessa penisola che arriva fino a Provincetown ci voleva qualcosa di strategico oltre ad essere anche accessibile sia in termini di costi che di disponibilità (praticamente molti hotel risultavano fully booked già a febbraio). Hyannis, piccola cittadina costiera conosciuta anche come “the heart of Cape Code”, si è rivelata la scelta perfetta, un crocevia ideale per le località sulla penisola, per Martha’s Vineyard e ancor più per Nantucket.

lost in food hyannis massachusetts porto
Hyannis Porto – Massachusetts I © Silvia

Ma Hyannis, non è solo un’ottimo punto di appoggio per chi vuol vedere questa zona. Hyannis deve soprattutto la sua fama alla storia dei Kennedy che qui decisero di acquistare la loro residenza estiva, il Compound. Un po’ nel cuore della famiglia presidenziale, sia John che Robert Kennedy continuarono a frequentarla anche nel periodo della Presidenza così come numerose foto lo testimoniano.

lost in food hyannis jfk museum child
Hyannis – Massachusetts I © Silvia

Oggi il legame che i Kennedy ebbero con Hyannis lo si può scoprire grazie al Museo a loro dedicato ma soprattutto attraverso un percorso, il Legacy Trail, lungo il quale si trovano alcuni dei luoghi simbolo per ripercorrere proprio la loro vita nella cittadina.

  

La piccola cittadina di Hyannis per i Kennedy

La storia dei Kennedy ad Hyannis incomincia nel lontano nel 1928, quando Rose Fiztzgeral Kennedy e Joseph P. Kennedy, decisero di acquistare proprio qua la loro residenza estiva, la Hyannis Port Home, conosciuta poi come il Kennedy Compound. La residenza è composta da tre edifici, una struttura principale e due cottage, distribuiti su un ampio terreno che si affaccia direttamente sul mare e a poca distanza dal centro della cittadina.

lost in food hyannis massachusetts Kennedy compound William DeSousa
Kennedy Compound – Massachusetts I © William DeSousa

Qui i giovani rampolli della famiglia Kennedy vivevano le loro estati ma è questo il luogo che poi diventerà il fulcro delle loro numerose attività politiche. E’ nella casa del Compound che venne gestita la campagna che guiderà JFK alle presidenziali, ed è sempre ad Hyannis che il 9 novembre del 1960 Jonh Fitztgerald pronuncerà il suo primo discorso da neo eletto presidente con la celebre frase passata alla storia.

Il Compound continuerà ad essere protagonista durante gli anni della presidenza. E’ qui che JFK “trasferiva” in qualche modo la Casa Bianca anche in occasione di incontri importanti a livello governativo. Fu poi sopratutto un rifugio vacanziero in perfetto stile New England per riunire tutto il “clan” kennediano. Sono tante le foto che immortalano le normali scene di vita familiare vissute proprio al Campound dal Presidente insieme alla moglie Jackie e la figlioletta Caroline o con il figlio John John. 

Il Compound fu testimone di momenti belli e tragici di questa famiglia che oggi trovano ampia documentazione nel Museo di Hyannis dedicato a JFK dove sarà possibile ripercorrere così quei tanti attimi di vita che all’epoca fecero il giro del mondo. 

 

Cosa fare a Hyannis: un percorso sulle orme dei Kennedy

La prima cosa da fare a Hyannis prima di imbarcarsi per le isole di Martha’s e Nantucket, soprattutto se come noi amate e siete affascinati dalla storia dei Kennedy è il Kennedy Legacy Trail, un percorso da realizzare a piedi che vi guiderà alla scoperta di 10 luoghi importanti di Hyannis ovviamente legati alla famiglia dei Kennedy. 

lost in food hyannis massachusetts legacy trail
Hyannis Kennedy Legacy Trail – Massachusetts I © Silvia

Il percorso si snoda nella downtown della cittadina per una lunghezza complessiva di circa 2,5 chilometri. Considerate dunque almeno un paio d’ore da dedicarvi se includete anche la visita al Museo. Durante l’estate è attiva una navetta che collega il punto di arrivo al punto di partenza evitandovi dunque una buona mezz’ora di cammino.

Il Legacy Trail inizia proprio dal JFK Museum, al 397 della Main Street. La visita vi consentirà da subito di avere uno spaccato dei diversi momenti di vita sia pubblica che privata legati a Hyannis e alla Presidenza attraverso i vari documenti, prevalentemente fotografici, di JFK ma anche di quella del fratello Robert. 

lost in food hyannis massachusetts jfk museum
JFK Museum – Hyannis – Massachusetts I © Silvia

Proseguendo incontrerete la chiesa dove la famiglia era solita partecipare alle funzioni domenicali fino ad arrivare proprio allo Hyannis Armory: è questo il luogo in cui John tenne il suo primo discorso da Presidente. Il percorso prosegue portandovi fino al porto per immergersi in quella che era la sua passione per la vela. In ognuna delle tappe previste dal Legacy Trail, troverete dei pannelli informativi con una breve descrizione.

lost in food hyannis massachusetts saint francis
Saint Francis – Hyannis – Massachusetts I © Silvia

Ogni pannello è dotato di QR Code, e se non avete problemi di connessione ad internet, con il vostro smartphone potrete accedere ad un audio e video guida per approfondire così la storia di ogni tappa.

lost in food hyannis massachusetts monumento kennedy
Kennedy Memorial – Hyannis – Massachusetts I © Silvia

Il Compound, come vi anticipavo, invece non è possibile né visitarlo, né avvicinarlo, non è neppure possibile vederlo dalla strada. Se però siete così curiosi da non poterne fare a meno, due sono le alternative: la prima, è che se vi imbarcate da Hyannis per andare a Martha’s, avrete modo di vederlo dal ferry. La seconda che aguzzate la vista per avvistare uno scorcio facendo una passeggiata sulla spiaggia.

 

Hyannis: relax e divertimento

Se volete rilassarvi e prendere un po’ di sole, di sicuro a Hyannis e dintorni le spiagge non mancano con ampie distese di sabbia bianca. Craingsville Beach è la più nota lunga quasi 2 chilometri. Gettonata nei mesi estivi, è comunque dotata di un ampio parcheggio e dunque non avrete problemi a trovare posto per godervi un po’ di mare.

lost in food hyannis massachusetts spiaggia
Spiaggia – Hyannis – Massachusetts I © Silvia

Fate un salto all’HyArtDistrict: situato proprio lungo il porto e nelle vicinanze del punto di imbarco della High Line Fast ferry per Nantucket, il piccolo parco adiacente il mare si colora con diverse casette in legno: da maggio ad ottobre, qui numerosi artisti locali espongono le loro opere o i loro manufatti artigianali.

Imbarcarsi per le isole è sicuramente uno dei motivi per cui si viene ad Hyannis. Da qui partano i fast ferries per Nantucket e raggiungere l’isola risulta decisamente comodo soprattutto se si alloggia in uno degli hotel a breve distanza così da poter raggiungere l’imbarco a piedi.

Se invece si va a Martha’s, meglio imbarcarsi a Woods Hole soprattutto anche per la differenza di costo del traghetto.

 

Dove dormire a Hyannis

Hyannis, essendo un’ottima base per salpare verso le isole, è una delle cittadine che viene presa d’assalto in estate. Trovare delle strutture economiche o con un costo ragionevole può risultare non semplice soprattutto se ci si capita magari anche nei giorni del week end.

Noi ad Hyannis, viste anche le nostre escursioni giornaliere a Martha’s Vineyard e Nantucket, ci siamo fermati ben tre notti e per non far fuori tutto il nostro budget abbiamo deciso di rinunciare alla solita tipologia di hotel alla “Lost in food” che tendiamo a prediligere nei nostri viaggi qui decisamente off limits “ripiegando” così sull’ostello HI Hyannis Hostel. Ammetto che era dai tempi della Norvegia (quindi parlo di 10 anni fa) che non optavamo per questa soluzione. Alla fine però si è rivelata comoda, pulita, economica e con una ottima posizione.  

lost in food hyannis massachusetts ostello
Hi Hyannis ostello – Massachusetts I © Silvia

L’ostello ormai, non offre solo camere da condividere, ma ha anche soluzioni che consentono di avere la propria stanza privata. Certo il bagno è condiviso, ma qui ce ne sono diversi e in realtà è stato come averne uno nostro. Inoltre sempre pulito e impeccabile. Del resto tutta la struttura è ben curata e il personale al desk oltre ad essere davvero gentile e simpatico vi saprà dare un sacco di consigli. 

Altro punto di forza è fornito di parcheggio (gratuito e solo per gli ospiti) ed è a 5 minuti a piedi dall’imbarco per Nantucket e a 10 dalla strada principale piena di negozi.

Il costo per una notte in camera doppia si aggira intorno ai 100 dollari tasse escluse e comprende anche la colazione sebbene un po’ spartana. Unico piccolo inconveniente, se fa molto caldo, le stanze non sono dotate di aria condizionata ma solo di ventilatore.

 

Dove mangiare a Hyannis: i consigli dei local

Avendola utilizzata soprattutto come base di appoggio, non abbiamo avuto modo di esplorarla molto dal punto di vista del food. Due i posti però da segnalare. Affacciata sul porto la Black Cat Tavern sicuramente ottima in termini di rapporto qualità prezzo (oltre che di fianco all’ostello). Consigliata anche dai local, è la versione più economica e spartana rispetto al ristorante che si trova di fianco. Menù take away ma che potete mangiare tranquillamente sedendovi ai tavoli all’aperto: ottimo il pesce fritto e l’immancabile lobster roll. Porzioni decisamente abbondanti.

Se invece volete un buon hamburger, pare sia il migliore in assoluto (di certo noi abbiamo fatto fatica a finirlo), in Main Street fate un salto da KKatie’s Burger Bar: stile moderno con tavolini alti, bancone enorme con monitor per seguire gli eventi sportivi e ottimi e ben abbondanti burger… Unico difetto? Come molti locali americani l’aria condizionata è regolata stile frigorifero…

1 Comment

  1. Pingback: Alla scoperta del New England - il nostro itinerario on the road - Lost In Food

Leave A Reply

Navigate