It’s Time for Tea The British Corner – Roma

Al Pigneto, in una zona un po’ defilata, si trova The British Corner, uno di quei posti che volevo assolutamente provare e che, finalmente, sono riuscita ad andarci con alcuni amici nell’ultima mia trasferta romana. Nascosto ai piedi di un enorme palazzo, se non fosse per le mille tazze appese ad una delle vetrina, il locale passerebbe completamente inosservato. Varcata la soglia, è come essere teletrasportati immediatamente in Inghilterra.

Lontano anni luce da qualsiasi possibile richiamo tipicamente romano, The British Corner è uno spazio che sorprende per la sua atmosfera ovattata capace di isolare totalmente dal caos e dal traffico che contraddistingue sempre la capitale. Luci soffuse, grossi lampadari di cristallo e una candela su ogni tavolino: piacevole e perfetto per un tè delle 5, una merenda con le amiche o perché no, anche per un incontro romantico.

THE BRITISH CORNER I © Silvia
THE BRITISH CORNER I © Silvia

I tavoli, le credenze, le porcellane, gli stessi cucchiaini, tutto è “british style” tanto che istintivamente mi viene quasi da ordinare in inglese. Ogni oggetto è realmente from England ed è il frutto dell’attenta e costante ricerca di Salvatore e Michele, i due proprietari.

THE BRITISH CORNER I © Silvia

Una passione nata non per caso: nelle vene di uno di loro scorre sangue di origine scozzese ed ogni anno, puntualmente, valigia mezza vuota volano al di là della Manica. Da nord fino all’estremo sud della Gran Bretagna scovano posti dove recuperare pezzi unici per il locale: teiere, cucchiaini, tazze, tazzine ma anche altri oggetti particolari come piccoli gioielli che nel locale vengono messi in bella mostra in una delle credenze che arredano il locale.

THE BRITISH CORNER I © Silvia

Uno sguardo al menù, i costi sono nella media e le diverse miscele di tè vengono descritte in modo accurato. Ordino la miscela invernale con la cannella (io la metterei ovunque). Ovviamente non posso sottrarmi dall’assaggiare anche un dolce. Indecisa tra scones (quei piccoli “panini” dolci tipicamente scozzesi) e una fetta di torta, alla fine decido per un super classico da regina inglese, la sponge cake con crema e fragole.

THE BRITISH CORNER I © Silvia

Il tè rigorosamente in foglie viene servito accompagnato da un’enorme teiera coperta da una cuffietta di lana che solo gli inglesi potevano inventarsi per non far raffreddare l’acqua. La torta (per me una fetta slim, ormai provata dal tour dei carboidrati romani, che però si rivela non cosi slim!) soffice, buona e per nulla impegnativa.

THE BRITISH CORNER I © Silvia
THE BRITISH CORNER I © Silvia

Miscelo quindi il mio tè e per versare l’acqua, tolgo la cuffietta svelando una teiera bellissima: con i profili dorati, cicciottella e sberluccicante è perfetta, sembra quasi quella di “Alice nel Paese delle meraviglie”. La voglio! Guardo curiosa anche gli altri tavoli notando così che tutti hanno una teiera diversa dall’altra, alcune anche con forme davvero strane e particolari: wow!

Mentre chiacchiero con gli altri, tra un sorso di tè e un pezzo di torta decido che voglio asolutamente quella teiera. Con un po’ di audacia mi rivolgo ad uno dei proprietari chiedendogli se è possibile acquistarla.  Scopro così che tutti i pezzi in esposizione sono acquistabili… ma la mia teiera forse, non proprio. Come forse??? Si confronta con il socio scozzese, che è poi l’effettivo proprietario della collezione di teiere di cui fa parte quella che voglio, e dopo qualche minuto riesco a strappare un sì! Yeah!  Così prima di lasciare il locale viene pulita, tirata a lucido e impacchettata ed insieme mi forniscono anche il certificato di autenticità pura ceramica “from England” del 1940. Mi sento ricca.

THE BRITISH CORNER I © Silvia

Bene, bene bene, The British Corner sale direttamente tra i primi posti della mia classifica romana. Così carino, cosi buono e cosi perfettamente inglese che anche Elisabetta approverebbe!

THE BRITISH CORNER
Via del Pigneto 112
00176 Roma

Leave A Reply

Navigate