Into the Moleskine Moleskine Cafè – Milano

Ogni volta che vedo una Moleskine , mi vengono subito in mente i racconti di Chatwin che rese famoso il ”piccolo libro nero” su cui appuntava i suoi mille viaggi. Quindi, proprio prima di “avventurarmi in America” (sì, perchè quest’anno è stata proprio un’avventura considerato che ho rischiato la vita ben 5 volte….) per le mie vacanze estive, ho pensato che il nuovissimo Moleskine Café , aperto da pochi mesi in pieno Corso Garibaldi, potesse essere il luogo perfetto per concedermi la mia ultima colazione italiana. Oltre al fatto che, il Moleskine Cafè (quello di Milano è il primo concept store realizzato dal noto brand e presto verrà replicato anche in altre metropoli) risultava perfetto trovandosi in una zona strategica per effettuare gli ultimi classici acquisti pre-viaggio da mettere nella mia voluminosa valigia.

MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Devo ammettere – non me ne vogliano quelli della Moleskine – che per quanto apprezzi la linea di prodotti, non sono proprio una grande fan delle agendine nere amando invece colori più vivi (w il verde acido!) e meno seriosi. Ma il nuovissimo Café non volevo proprio perdermelo.

MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Ovviamente il locale rispecchia perfettamente il loro stile: linee pulite, essenziali e moderne con toni neutri. Il colore bianco è dominante e insieme alle ampissime vetrate che si affacciano su Corso Garibaldi, il locale risulta estremamente luminoso. Anche gli elementi di arredo rispecchiano uno stile essenziale con una giusta ricercatezza di design. Sullo sfondo spicca il bancone, molto lineare, dove ordinare ad uno staff vestito (ovviamente) di nero.

MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

La parte del bancone con i dolci è ben in vista e la presentazione degli stessi è curata e altrettanto minimal (forse troppo minimal per me!) tanto che, a primo impatto, nel momento della scelta non è che avessi visto qualcosa che mi facesse impazzire. Ordino così il classico croissant che scopro può essere farcito al momento scegliendo tra crema o diversi gusti di marmellata. Scelgo la marmellata di fichi e devo dire che non hanno per niente lesinato sulla farcitura. Il croissant si è rivelato davvero buono così come il cappuccino, cremoso al punto giusto. Il costo di un caffè, due brioches e un cappuccino è nella norma per un locale del genere.

MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Mi perdo poi a curiosare in giro (e a fare foto tanto che un signore mi dice di andare assolutamente al piano superiore) tra i diversi prodotti ben esposti su di un enorme tavolo che occupa un lato del locale. Qualche dettaglio qua e là, come i diversi timbrini o i pastelli sui tavolini con cui colorare i vari color book sparsi sui tavoli, lo rendono un pochino divertente e se vogliamo per così dire “interattivo”.

PIANO SUPERIORE - MOLESKINE CAFE' I © Silvia
PIANO SUPERIORE – MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
LIBRI IN VENDITA - MOLESKINE CAFE' I © Silvia
LIBRI IN VENDITA – MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
LIBRI IN VENDITA - MOLESKINE CAFE' I © Silvia
LIBRI IN VENDITA – MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Sul lato opposto un ampio tavolo stile social è dotato di prese elettriche per ricaricare il proprio smartphone o laptop rispecchiando un pò la filosofia di alcuni locali che si trovano soprattutto all’estero e che possono essere così vissuti anche per lavorarci o studiarci. Un’idea sicuramente vincente e utile. Lo spazio esterno mi è invece sembrato piacevole per un rapido lunch o anche semplicemente per un caffè baciati dal sole.

MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
TIMBRINI - MOLESKINE CAFE' I © Silvia
TIMBRINI – MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
LIBRI DA COLORARE - MOLESKINE CAFE' I © Silvia
LIBRI DA COLORARE – MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Il Moleskine Café vuole sicuramente rappresentare un punto di incontro “culturale” richiamando un po’ il concetto dei caffè letterari tra libri, design, arte e (ovviamente) caffè. Per certi aspetti a me sembra più una sorta di boutique (ma sicuramente questo era anche l’intento) o uno spazio lavoro dove fare una pausa pranzo, un meeting con il super cliente, sfogliare qua e là i libri particolari su Milano e il design e alla fine comprare una confezione di caffè (solo miscele selezionate) dal pack stiloso con illustrazioni realizzate da vari artisti che raccontano la storia e i diversi momenti della tostatura.

MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia
MOLESKINE CAFE' I © Silvia
MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Di per sé non so se tornerei per una semplice colazione. Un po’ troppo freddo per i miei gusti.

BIGLIETTI DA VISITA - MOLESKINE CAFE' I © Silvia
BIGLIETTI DA VISITA – MOLESKINE CAFE’ I © Silvia

Se passate di là, non mancate però di prendere i biglietti da visita del locale dove sono stampate varie e bellissime illustrazioni.

Carino, tutto sommato con elementi originali nel concept ma forse un po’ troppo simile ad altri locali minimal…
Lo lascio volentieri a tutti i designer, super manager, e milanesi radical chic!

MOLESKINE CAFE’
Corso Garibaldi, 65
20121 Milano

 

Leave A Reply

Navigate