Travel More Worry Less: come preparare la valigia perfetta

Finalmente siamo in partenza!

Torniamo negli States alla scoperta del New England, un viaggio questo che abbiamo aspettato tanto, ma proprio tanto!
Voleremo con Air Canada (premiata qualche giorno fa come miglior compagnia del North America) e voleremo a New York… Ok, la grande mela l’abbiamo già vista, ma ha sempre un suo fascino. Scommetto che la maggior parte di voi si è innamorata prima di questa città e poi di tutto il resto!

Con noi quest’anno ci sarà Andrea, new entry del team di Lost . E per lui sarà la prima volta. Andrea, Andre per gli amici, nonché mio fratello, avrà infatti il battesimo del fuoco negli States e spero se ne innamori come me. Da anni ci eravamo promessi che nel 2018, quando avremmo entrambi compiuto anni importanti (avendo 10 anni di differenza) lo avremmo festeggiato visitando proprio questa parte degli Stati Uniti. E cosi sarà…

lost in food valigia maglietta lost
Ale Lost in North America I © Silvia

Dopo i primi quattro giorni che trascorreremo nella Grande Mela, noleggeremo la nostra macchina grazie ad Usa Experience per dirigerci verso il New England. Andremo a Boston sulle orme di Kennedy, a Salem per incontrare le streghe, attraverseremo tutta la costa del Massachusetts, Cape Code e le isole di Nuntucket e Martha’s Vineyard. Entreremo nel Maine per arrivare fino all’Acadia National Park per poi addentrarci alle White Mountains nel New Hampshire, scopriremo il piccolo Vermont (dove ovviamente chiederò la cittadinanza) per poi tornare a Boston per prendere volo per Montreal… E infine faremo rotta ahimè di nuovo verso casa. Ci attendono fiumi di local beer, aragoste e gelati a km zero. Che dire, non vediamo proprio l’ora di partire… Come dicono i nostri amici di Canadian, “travel more and worry less, it’s time for a new adventure”!

lost in food valigia sacca canadian
Sacca Canadian I © Silvia

Prima però ci attende anche una valigia da preparare per i 23 giorni di viaggio che ci aspettano. Ammetto che vorrei il teletrasporto per poter portare con me ogni cosa ma fortunatamente Canadian mi ha aiutata a realizzare la valigia perfetta dove tutto ciò che voglio è al suo posto, dove tutto è packable e dove tutto quello che mi porterò dietro lascia comunque spazio a tanti souvenir.

 

Come preparare la valigia perfetta

Il segreto per preparare una valigia perfetta (e non superare i 23 kg di imbarco) sta tutto a come pieghiamo i nostro vestiti scegliendo soprattutto quelli con tessuti ben studiati proprio per il viaggio.

lost in food valigia perfetta
La nostra valigia I © Silvia

Ok, ok, non vi sto svelando l’invenzione dell’acqua calda, però molti sottovalutano l’importanza di piegare le cose che si portano con sé magari scegliendo vestiti che difficilmente si sciuperanno.

Un altro trucchetto è quello di utilizzare gli organizer per la valigia e Canadian ha ben pensato quest’anno di realizzarne alcuni che sono fruibili sia come organizer sia come eventuali zainetti. Ecco alcune semplici tecniche  che renderanno più facile preparare la vostra valigia.

Cosa portare in America

Cosa dobbiamo portare o non portare in America? Non può mancare un adattatore universale a cui aggiungere una presa usb multipla: ricordatevi che il voltaggio è inferiore al nostro, questo vuol dire che arrivare in hotel e pensare di ricaricare prima cellulare poi batterie della digitale e poi power bank è utopia pura. Cosi noi portiamo sempre più adattatori per poter sfruttare al meglio le varie prese.

Portate uno zainetto strategico che sia pratico ma anche glamour, ok quest’anno il mio tartan non spopolerà in America ma lo zaino Canadian è troppo comodo: cosi non lo abbandonerò in questo viaggio (ho comunque con me una borsa trendy per le serate newyorkesi)

Portate vestiti comodi e pratici, aggiungete qualche capo casual per poter accedere ai rooftop della Grande Mela (altrimenti in alcuni magari storceranno un po’ il naso), portate qualche capo di cui volete liberarvi… Ogni anno Ale porta magliette sfruttando il viaggio come scusa per liberarsene con la conseguenza che crea spazio in valigia per il ritorno e soprattutto… per i miei acquisti! Hahaha!

 

Sei errori da non commettere quando si prepara la valigia

lost in food valigia
La nostra valigia I © Silvia

1. Non mettete nella valigia di tutto e di più, soprattutto pensando anche alla metà di quei capi che tanto non avete mai indossato

2. Ricordatevi che ovunque andrete ci sarà sempre un negozio dove recuperare ciò che vi manca, ergo non portare il mondo con voi ma solo l’indispensabile

3. Per le fashion victim dimenticate il phon a casa, tanto non andrà molto perché appunto il voltaggio è minore e comunque lo troverete ovunque!

4. Portate con voi più sacchetti per infilarci le scarpe, che sono tra le cose più anti igieniche

5. Assicuratevi di avere con voi gli adattatori elettrici adeguati alla destinazione in cui andrete, il rischio è poi di impazzire nel cercare quello giusto una volta arrivati a destinazione

6. Utilizzate una valigia adeguata sia allo spazio che necessitate ma soprattutto comoda anche per le situazioni di viaggio che vivrete… bagagliaio auto..  spostamenti con altri mezzi di trasporto etc etc..

Ok direi che ora siamo pronti per partire e auguriamo a tutti voi buone vacanze!

Credit: abbigliamento Canadian, orologio Ale Sector, orologio Silvia Morellato 

8 Comments

  1. Da viaggiatrice incallita sono sempre in cerca di nuove tecniche per fare i bagagli di modo che risultino sempre più compatti e leggeri! Non fosse che almeno un paio di cambi me li devo portare, ormai girerei solo con uno zainetto leggero! Tra l’altro sono bellissimi quegli organizer che si trasformano in zaino! Li voglio anch’io!

    • Silvia Reply

      Si gli organizer di Canadian sono proprio belli (e utili) e poi con quelle frasi … perfette per partire!

  2. Zaino in spalla tutta la vita. Ormai ho imparato a ridurre tutto all’osso dopo il cammino di Santiago che ho fatto lo scorso anno. Molta gente si porta super trolley, borse e borsette Neanche se sta per arrivare la fine del mondo. Ho molte amiche che viaggiano così e le prendo in giro da morire !

    • Silvia Reply

      heheheh si quante volte poi portando dietro “il mondo” torniamo e abbiamo usato si e no la metà?
      wow il cammino di Santiago chissà che esperienza!

  3. Post molto utile, con tutte le informazioni per preparare una valigia perfetta. hai ragione soprattutto quando dici ” non mettere tutto ciò che ci viene in mente”, in effetti non ha senso, soprattutto quando si viaggia in posti in cui ci sono negozi sempre e ovunque. Bella l’idea di arrotolare le cose, ho imparato anche io a farlo ed in effetti ci stanno più cose e non si stropicciano più di tanto! Bel viaggio, adoro anche il l’America.

    • Silvia Reply

      He sì, io vorrei mettere tutto in valigia poi con il tempo ho imparato a fare selezione e in ogni viaggio alla fine mi rendo conto che potevo portare ancora meno hehehe. Grazie il New England è davvero bellissimo!

  4. Ottimi consigli e per nulla scontati: sai quanta gente con cui parlo parte per una settimana al mare con trolley rigido gigante, borsone, zaino e beauty-case? Mi incuriosiscono molto i sacchetti di Canadian perché pur essendo una “arrotolatrice seriale” non li ho mai usati!
    Ma vogliamo parlare delle tappe del vostro viaggio? Un tour da sogno. Magari mi arrotolo per bene anche io e riuscite a sistemarmi in un valigia?
    Vi seguo con piacere, buon viaggio

    • Silvia Reply

      Grazie Silvia buon viaggio ovunque andrai e mi raccomando porta con te Canadian ❤️

Leave A Reply

Navigate