EUROPE

8 Posts Back Home

Glu glu glu bla bla bla – I tre tempi della cantina Le Tambourin – un’esperienza unica a Crans-Montana – Svizzera

Una delle cose non ti aspetti dal Vallese è la quantità di uve e vigne che popolano questo territorio e sopratutto la qualità dei vini che qui sono prodotti. Non a caso il Vallese è il primo produttore di vino svizzero. La zona centrale che si estende da Leuk a Martigny è interamente costellata da vigneti collinari che seguono la linea del fiume Rodano e si inerpicano sui costoni coltivati grazie ad un sistema di terrazzamenti. Il risultato è quello di un paesaggio che a colpo d’occhio è davvero unico!  Ahimè i vini di questo territorio rimangono però per lo più confinati in Svizzera. Pochi, pochissimi i posti in Italia dove è possibile acquistare anche solo una bottiglia di questo nettare pregiato. Così, vuoi per il costo dell’esportazione, vuoi perché il quantitativo prodotto è per lo più sufficiente a coprire il consumo del suolo elvetico, per noi questi vini restano…

Il Vallese che non ti aspetti dieci buoni motivi per visitare questo cantone svizzero

Un paio di week end fa siamo andati alla scoperta di un angolo, pardon di “un cantone”, di Svizzera a noi ancora sconosciuto: il Vallese. Al sud della Svizzera e al confine con la nostra Italia, è facilmente raggiungibile in macchina ma anche in treno. La città più conosciuta e forse più ambita di questa zona molto probabilmente per tutti è Zermatt eppure il Vallese è composto da tante altre piccole, grandi località, nonché di prodotti da conoscere e assaggiare che meritano più di una semplice sosta. Ecco dieci cose inaspettate da fare nel Vallese per scoprire questa terra di abbondanza e dalla natura spettacolare. 1. Mangiare un Rösti a 2350 metri  Prima cosa: prendere la funivia a Leukerbad e salire in pochi minuti al Passo del Gemmi a 2350 metri per gustare, con tanto di vista mozzafiato, una delle tantissime varietà di Rösti, il piatto ticipo di questa zona del Vallese! Giunti…

I murales di Londonderry – Sunday Bloody Sunday – Irlanda del Nord

I can’t believe the news todayI can’t close my eyes and make it go away.How long,How long must we sing this song?How long, how long?‘Cos tonightWe can be as one, tonight. Londonderry: per non dimenticare Per chi visita la splendida terra dell’Irlanda del Nord, Londonderry o Derry, come preferiscono prevalentemente chiamarla gli abitanti di questa città, è una tappa assolutamente da non perdere. La città dai due nomi, rappresentazione delle scontro tra unionisti e nazionalisti, è un luogo che deve essere visitato proprio per conoscere la storia che ha martoriato per decenni questa parte dell’Irlanda. E’ qui a Derry o Londonderry, indifferentemente da come la si chiami, che la domenica del 30 gennaio 1972, nel corso di una manifestazione organizzata dall’Associazione per i diritti civili dell’Irlanda del Nord, il 1° Battaglione di Paracadutisti britannici fece fuoco senza alcuna ragione sulla folla manifestante provocando la morte di ben 14 civili, per…

Mercatini di Natale 6 idee last minute per il ponte dell’Immacolata

I mercatini di Natale sono un must per il ponte dell’Immacolata se, come me, amate la magia del Natale, (sì, adoro i regali, “Last Christmas” degli Wham, le lucine sempre accese). Tre giorni (quattro per chi come me lavora a Milano) a disposizione e un 8 dicembre che ormai è alle porte. Ecco 6 idee last minute per mercatini di Natale a portata di mano o meglio di macchina (o di treno!). Mercatini di Natale a Lucerna – Svizzera A sole tre ore di macchina da Milano, Lucerna è una bella alternativa per varcare il confine senza allontanarsi troppo. Partite presto al mattino e vi godrete una città che a tratti sembra un presepe con il suo magnifico Kapellbrücke che attraversa il fiume Reuss, il ponte pedonale coperto tutto in legno considerato il più antico del continente europeo. Qui i Mercatini di Natale sono piccoli e dislocati qua e là: li troverete alla stazione…

Amsterdam toccata e fuga come vedere tutto (o quasi) in due giorni

Scoprire Amsterdam in due giorni non è così difficile! Nonostante la città sia un dedalo di stradine dove a volte è facile perdersi, in due giorni è tutto, o quasi, a portata di pedalata! Almeno per quello che c’è da visitare in città! Certo, come sempre avere qualche giorno in più dà la possibilità di respirare meglio l’atmosfera e la vita del luogo, ma nel caso non abbiate un week end lungo a disposizione e volete fuggire a tutti i costi dalla routine quotidiana, prendete un volo e bici alla mano sarete pronti a conquistare Amsterdam. Incredibilmente ad Amsterdam non avevo ancora messo piede. Nominata meta del 2017, a questo punto non potevo certo perdermela! Purtroppo, un imprevisto sulla tabella di marcia mi ha rubato mezza giornata (che comunque era destinata ad una località fuori dalla città): il mio viaggio è così iniziato il venerdì sera per poi rientrare in Italia…

Lo sbarco in Normandia i luoghi da visitare

Sono passati 73 anni da quello che fu definito “il giorno più lungo” della Seconda Guerra Mondiale: è l’alba del 6 giugno 1944 quando il tratto della splendida costa della Normandia, da Cherbourg a Deauville, diventerà teatro di una delle più tragiche battaglie della storia, l’Operation Overload, ribatezzata D-Day. Ogni anno il 6 giugno, veterani, capi di stato (immancabile fu Obama) e persone comuni giungono da tutto il mondo per commemorare i 130.000 soldati che qui persero la vita e che con il loro sacrificio cambiarono il destino dell’Europa. Una delle cose da non perdere in un viaggio in Normandia sono i luoghi della memoria diventati indelebili anche grazie al film  “Salvate il soldato Ryan”. Impossibile lasciare questa parte di Francia senza visitare i simboli della storia e in una giornata è possibile visitare le principali località: muovendosi in macchina da ovest ad est, si può iniziare il percorso da Utah Beach, uno dei punti in…

Viaggio in Normandia 10 cose da non perdere

La Normandia terra bellissima a nord della Francia, alterna distese ondulate di colline a scogliere selvagge sull’oceano. Le stradine immerse nel verde conducono a pittoresche cittadine dalle case di pietra e tetto di paglia abitate da gente di mare accogliente . La Normandia è sicuramente una di quelle mete che amo (eh già non solo America!) in cui tornerei all’infinito!   Raggiungerla è semplice: basta scegliere un volo per uno degli areoporti di Parigi tra Charles De Gaulle o il più defilato di Beauvais, noleggiare una macchina e via! Questa parte di Francia, conosciuta per lo più per il drammatico sbarco di Normandia, è invece tutta da scoprire… e vi assicuro che è difficile non innamorarsi di questa terra. Le località principali e più pittoresche sono visitabili anche in pochi giorni: ecco così 10 cose da non perdere assolutamente Siete pronti? 1_ Moint Saint Michel. Wow! Chi non sogna di vedere almeno…

Galles & Inghilterra on the road

Uno dei viaggi più affascinanti che mi è capitato di fare è stato quello alla scoperta del Regno Unito: dal Galles alle Cotswolds, dalla Cornovaglia, alla Giurassic Coast, all’Isola di Whigt  fino ad arrivare nel Dorset. Un paesaggio inaspettato a tratti incontaminato che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta, forse perchè sotto certi aspetti è un itinerario sottovalutato per una vacanza. Il Galles in particolare si è rivelato così selvaggio, scogliere a picco sul mare e spiagge deserte sferzate dal vento (indimenticabile la Gower Peninsula) popolate solo da surfisti, nessun turista e spesso ci è capitato di essere noi stessi l’attrazione per i Gallesi che non vedevano occasione di fare quattro chiacchere con noi ma sopratutto di chiederci “Where are you from?”. Un pizzico di delusione per la Cornovaglia, non tanto per l’indicizza bellezza, ma quanto per la scontrosità delle persone verso gli stranieri.  GALLES E INGHILTERRA: PRIMA DI…

Navigate