TRAVEL

9 Posts Back Home

Montreal a 360° : Observatoire Place Ville Marie

Montreal è una città che affascina più per il suo “modo di essere” che per le cose da vedere. Lo so, credo di avervelo già detto, ma questa è la sensazione che provo ogni volta che la visito: giri l’angolo e trovi installazioni notturne che animano diversi palazzi o angoli della Old Town con luci e video attraverso un percorso intitolato “City Memoire”, o la stessa chiesa di Notre Dame che dalle 18.30 quest’estate prendeva vita per trasformarsi al suo interno in uno spettacolo unico chiamato Aura, per non parlare poi della Street art o dei numerosi festival. Montreal è così, una città camaleontica e una galleria a cielo aperto capace di sorprendere ogni volta che la si visita. https://youtu.be/EzIZ1Yv3JbA Così in questa sua costante evoluzione, anche Montreal si è attrezzata del suo “osservatorio”: inaugurato a luglio 2016,  in cima all’edificio costruito nel 1962 e sede un tempo della Royal Bank…

Mystic Pizza “A Slice of Heaven” – Mystic, Connecticut

Nel nostro viaggio nel New England, lungo la strada verso Cape Code, non abbiamo mancato di fermarci a Mystic nel Connecticut. Una piccolissima cittadina con le classiche casette colorate, nota per il Mystic Seaport, (uno dei più grandi musei al mondo dedicati alla navigazione) ma resa particolarmente famosa dal film di Julia Roberts, Mystic Pizza. Sempre restando in tema di film e attori, in questa località Humphrey Bogart e la sua sposa Lauren Bacall trascorsero la loro luna di miele presso l’Inn at Mystic, oggi considerato l’hotel più conosciuto del Connecticut. E per quanto non siamo veri e propri “movie location hunter”, non potevamo di certo non assaggiare una “slice o heaven” anche se non abbiamo trovato una giovanissima Julia Roberts al bancone. Mystic Pizza il film  Il film, una divertente commedia decisamente girata ben 30 anni fa (molti probabilmente faranno fatica a ricordarlo), racconta la storia di tre ragazze studentesse…

Alla scoperta del New England – il nostro itinerario on the road

Questo viaggio nel New England è quello che ho atteso di più in assoluto. Davanti ad ogni foto di barn rosso, di casette disegnate da sembrare perfette, lucine accese su un patio in mezzo al nulla, covered bridge e porticcioli colorati, sognavo il momento in cui avremmo potuto “toccare” con mano tutto questo. E quel sogno finalmente siamo riusciti a realizzarlo. Il New England è una parte degli Stati Uniti completamente diversa da quella che ho avuto modo di vedere fino ad oggi. Qui non si trovano quei monumenti della natura dall’effetto wow che ti lasciano senza fiato come per esempio nello Utah o nell’Oregon. Il New England è diverso! E’ una terra tutta da vivere e non semplicemente da attraversare. E’ una terra da scoprire in tutte le sue mille sfaccettature. Dalla cultura alla storia, dalla buona cucina ai mille micro birrifici, se si decidesse di provare o vedere tutto…

La casetta in Canadà – il temporary store tutto canadese di Air Canada a Milano

Quando lo scorso anno in questo periodo scrivevo i miei “travel dreams” per il  2018, di certo non avrei immaginato che il Canada sarebbe diventato realmente così presente per noi, dal viaggio fatto esplorando parte del suo territorio fino ad arrivare all’evento di BBQ realizzato con i nostri amici di Oasi’s. Come dicevo, molti dei miei “desideri” che avevo per il 2018 si sono avverati: dal viaggio nel New England (che presto vi racconterò) a quello a Matera (con lo splendido Sextantio) prossima capitale europea della cultura, fino al ritorno a Roma per ben due volte grazie anche agli eventi come la festa del Quebec ed il Canada Day. Altri invece dovranno essere nuovamente rimandati al 2019, come quello di vedere l’aurora boreale o la visita a Colmar nel periodo di Natale che puntualmente salta.  Quest’anno però ho una motivazione più che valida per non essere riuscita ad andare a Colmar oltre al fatto di risultare piuttosto latitante in…

Volare con Air Canada in tutto il North America

Ormai credo manchi poco che il Canada ci adotti e noi ne saremmo solo felici! Alessandro è sempre più deciso a trasferirsi di là mentre io preferirei una “vita” divisa in due: metà qua in Italia e metà al di là dell’oceano. Andare avanti e indietro, visto comunque i tanti collegamenti aerei, sarebbe perfetto per prendermi così il meglio di entrambi i paesi.  Poi, guarda caso, se vivessi a Montreal, sarei giusto poche ore dalla Sucrerie de la Montagne, da New York e ad un’ora dal Vermont! Sogni a parte, nei nostri ultimi viaggi oltreoceano abbiamo spesso volato con Air Canada. La compagnia dalla foglia d’acero rossa ci ha sempre accompagnato in questi ultimi anni prima portandoci negli States e poi proprio in Canada. Tant’è che ormai ce ne siamo affezionati! La nostra esperienza con Air Canada Il nostro “battesimo del volo” con Air Canada è avvenuto quasi per caso…

Dove dormire a New York: affittare un’appartamento o trovare l’hotel perfetto?

New York è di certo una delle città statunitense tra le più ambite. Ma quando si tratta poi di vedere i costi per realizzare il nostro sogno, ci si spaventa a dir poco soprattutto per i prezzi degli hotel. Anche perché, diciamocelo, tutti vogliamo un hotel bello, pulito, ben posizionato strategicamente (ovvero vicino alle attrazioni principali e ad una fermata della metro) e dato che ci siamo, perché no, magari con un bel rooftop. E ovviamente tutto con un ottimo costo! Un’utopia insomma, soprattutto se stiamo parlando, appunto di New York!  Noi a New York abbiamo testato diverse zone e diverse soluzioni: qui troverete qualche semplice consiglio su dove alloggiare, cosa scegliere e come cercare di risparmiare un minimo senza rinunciare alla qualità. Come risparmiare a New York Per risparmiare sul costo dell’hotel due sono le possibili soluzioni. La prima è quella di non cercarlo proprio a Manhattan ma prediligere…

Cosa vedere a Montreal: Mount Royal Park e la vista sui grattacieli della città

Spesso vi ho parlato di Montreal, la città più importante del Quebec che a noi piace tanto per le sue diverse sfaccettature, per la creatività che si respira nei vari quartieri da renderla così affascinante e alternativa al tempo stesso. https://youtu.be/l8ltlCVP–M La scorsa estate ci siamo tornati e questa volta siamo saliti anche fino in cima al Mount Royal per poterla ammirare dall’alto godendo di un’ulteriore prospettiva su questa estesa metropoli. In realtà sono tre gli osservatori presenti in città: la vecchia Torre delle Olimpiadi che Montreal ospitò nel 1976, il nuovissimo 360° Observatoire nel cuore della downtown e quello più storico e non artificiale offerto proprio dal Mount Royal. L’immenso parco, con la sua terrazza panoramica del Belvedere e l’enorme Chalet, è decisamente il punto più suggestivo da cui affacciarsi per un colpo d’occhio sulla città e i suoi grattacieli.  Mount Royal, una scoperta dell’esploratore Jacques Cartier Fu l’esploratore…

New York perché utilizzare il CityPASS

Dal mio ultimo viaggio negli Stati Uniti una delle tante informazioni che spesso mi vengono richieste è se vale veramente la pena acquistare e utilizzare il CityPASS a New York. La mia risposta? Ovviamente sì! Insieme alla metro-card della durata settimanale con la quale a soli 29 dollari potrete prendere qualsiasi mezzo pubblico, sono due strumenti utilissimi che fanno risparmiare dollari preziosi per chi visita la Grande Mela, metropoli che ben sappiamo non è certo così economica. Di seguito troverete tutte le informazioni del come, dove, quando e perché utilizzare il CityPASS! Che cos’è il New York CityPASS Il CityPASS, per chi ancora non lo conoscesse, è una sorta di “carnet di biglietti” i cui vantaggi non sono solo quello di risparmiare notevolmente rispetto al costo pieno dei biglietti d’ingresso delle attrazioni iconografiche di New York, ma in alcuni casi consente anche di saltare la coda. E questo aspetto non…

Glu glu glu bla bla bla – I tre tempi della cantina Le Tambourin – un’esperienza unica a Crans-Montana – Svizzera

Una delle cose non ti aspetti dal Vallese è la quantità di uve e vigne che popolano questo territorio e sopratutto la qualità dei vini che qui sono prodotti. Non a caso il Vallese è il primo produttore di vino svizzero. La zona centrale che si estende da Leuk a Martigny è interamente costellata da vigneti collinari che seguono la linea del fiume Rodano e si inerpicano sui costoni coltivati grazie ad un sistema di terrazzamenti. Il risultato è quello di un paesaggio che a colpo d’occhio è davvero unico!  Ahimè i vini di questo territorio rimangono però per lo più confinati in Svizzera. Pochi, pochissimi i posti in Italia dove è possibile acquistare anche solo una bottiglia di questo nettare pregiato. Così, vuoi per il costo dell’esportazione, vuoi perché il quantitativo prodotto è per lo più sufficiente a coprire il consumo del suolo elvetico, per noi questi vini restano…

Navigate