FOOD

9 Posts Back Home

Marzia e Grazia pasta fresca e pasta frolla per un piccolo laboratorio di golosità – Meda

Ogni tanto ci piace andare alla scoperta delle realtà del territorio in cui viviamo. Il concetto di local ci conquista quando siamo in mete lontane e siamo sempre stupiti di quanto venga valorizzato, molto più di quanto accade da noi. Vogliamo così iniziare un nostro nuovo viaggio-local in cui cercare quei posti dove la passione, l’intraprendenza e soprattutto la qualità emergono. Ed è proprio così che abbiamo conosciuto Grazia&Marzia che da pochi mesi, precisamente da febbraio di quest’anno, hanno aperto un posto mignon a Meda: qui tutti i giorni si produce pasta fresca per lo più ravioli ripieni, polpette, sughi, hummus e ovviamente qualche dolce. Noi siamo andati a provarlo e ora ve lo raccontiamo. La storia di Marzia e Grazia La storia di questo piccolo posto è tutta da scoprire, sembra quasi la trama di un film alla Giulia Child in chiave moderna. E’ la storia di uno di…

Five Guys un pezzettino di America all’ombra della Madonnina – Milano

Milano ormai si può dire che sempre più stia diventando una città internazionale. A pochi giorni dall’apertura del primo e attesissimo Starbucks, è sbarcato in Italia, all’ombra della Madonnina, anche Five Guys. Amato per lo più da tutte quelle persone che come me sono Stati-Uniti-dipendenti, è di sicuro il posto dove trovare un angolo di America. Di certo però non rinunciamo a volare al di là dell’oceano, eh! Noi, ovviamente, non potevamo non provarlo! Five Guys – La storia  Forse non molti conoscono Five Guys Burgers and Fries anche se la sua storia americana nasce ben più di 22 anni fa. E’ nel 1986 che ad Arlington, in Virginia, la coppia formata da Janie e Jerry Murrell apre il loro primo locale che presto diventerà noto per i suoi hamburger fatti a mano, curati nella cottura e accompagnati da patatine perfette e fritte esclusivamente in olio di arachidi. La loro fama…

Chiavenna: tre crotti da non perdere

Ogni inizio di settembre a Chiavenna è tempo di “Sagra dei Crotti”! La gente si riunisce per mangiare, bere buon vino e divertirsi riscoprendo la cultura, la storia e la tipicità territoriale propria del crotto. Questa sagra dei crotti, famosa anche per chi come noi abita un po’ più lontano dalla valle, attira centinaia e centinaia di persone e apre, o meglio anticipa, la bella stagione autunnale con i colori del foliage che piano piano rendono il paesaggio montano davvero splendido. E con la brezza frizzantina si apprezzano menù più “strong” con pizzoccheri e l’immancabile bresaola magari davanti ad un caminetto acceso.  Noi abbiamo testato tre crotti, eccoli qua! Ma prima, per chi non lo sapesse: cosa sono i crotti? I crotti rappresentano un elemento contraddistivo della vita delle comunità della Valchiavenna: sono una cavità naturale all’interno della quale, tra le rocce, spira il “Sorel”, una corrente d’aria che mantiene…

Dinette ed è cucina di ringhiera – Milano

Finalmente Dinette! Era da tempo che volevamo provare questo ristorante, ma complici o colpevoli i mille impegni viaggio-pre viaggio-blog-lavoro non riuscivamo mai a trovare il momento giusto. Alla fine l’occasione ce la siamo creata e così abbiamo potuto testare questa “cucina di ringhiera”! Già il nome mi rimanda a quelle vecchie case milanesi dal perimetro interno e quadrato dove i balconi diventano spazi condivisi con il vicino, dove se guardi dalla finestra di fronte vedi la porticina (magari colorata) di un’altro appartamento. Mi vengono in mente i panni stesi colorati, la moka del caffè e il profumo di qualcosa di buono sul fuoco, dettagli di una vita semplici e vera dove il passaparola era il pettegolezzo del vicino. Insomma ti vengono in mente altri tempi e Dinette in qualche modo è tutto questo: la tradizione e i sapori di un tempo. Dinette: un caminetto, caffettiere giganti e vecchie insegne…

Wagamama da Londra un nuovo concept di ramen bar – Milano & Bergamo

Con un nome curioso da sembrare quasi un gioco di parole, Wagamama finalmente è arrivata in Italia! Nata ben 20 anni fa in Inghilterra, la catena internazionale si ispira agli affollati ramen bar giapponesi. Ok ammetto che il termine “catena” suona un po’ male, quasi fosse “industriale”, ma Wagamama è tutto tranne questo, anzi qui troverete un mix di sapori e un modo unico di mangiare alla scoperta dei sapori asiatici! Wagamama prima di arrivare in Italia La mia “storia” con Wagamama è iniziata per caso diversi anni fa – stiamo parlando addirittura del 2011 – durante un viaggio in Irlanda. Dopo aver scarpinato su e giù per le vie di Dublino, siamo arrivati all’ora di pranzo senza sapere dove andare. All’epoca non avevo ancora il blog e non ero così fissata sul “dove andare assolutamente”. Per caso, ci siamo trovati davanti allo Stephen’s Green Shopping Center e ho notato…

Chinatown: sushi burrito, baozi, dim sum lo street food da non perdere in Paolo Sarpi – Milano

Chinatown a Milano un tempo non era certo considerato uno dei quartieri particolarmente attraenti della città, era vista un po’ così e spesso ci si lamentava del degrado in cui era caduta questa zona della vecchia Milano. Oggi Paolo Sarpi è stata completamente rivalutata e il quartiere vive di un nuovo aspetto grazie alla sua lunga isola pedonale in cui è stata trasformata la via: anche noi possiamo così dire di avere il nostro angolo di Cina come a New York, San Francisco o Boston, un nuovo miscuglio di colori con tanti, tanti localini giusti dove mangiare e dragoni che sfilano al ritmo dei tamburi durante il capodanno cinese divenuto ormai un appuntamento imperdibile.  Ecco dove andiamo quando capita di fare un salto in questa piccola parte di Milano dove persino Microsoft ha aperto la sua sede proprio al confine di questa zona in continua evoluzione. Il sushi burrito di Fusho…

Nel “Giardino dell’Eden”, pranzo stellato con vista sulla città eterna – Hotel Eden Dorchester Collection – Roma

Vivere Roma dall’alto trovo che sia una delle esperienze più affascinanti soprattutto se lo scenario della città eterna lo si ammira facendo una colazione, un pranzo, una cena o un semplice aperitivo. E generalmente questo è possibile nelle terrazze di quegli hotel designati come luxury che godono di posizioni meravigliose. E’ anche vero che spesso, a differenza di quanto accade all’estero, non abbiamo molto la concezione di andare in un hotel se non vi soggiorniamo. E davanti a strutture che certo possono apparire high level ne rimaniamo come dire, intimoriti, senza pensare invece che si può tranquillamente accedere e vivere appieno ristoranti curati da chef stellati o eleganti cocktail bar. I costi è vero, possono risultare un po’ più alti rispetto alla media, ma molto meno di quello che si può immaginare. Poi si viene ampiamente ripagati dalla qualità, dall’ambiente elegante, dall’attenzione che si riceve ma soprattutto dall’emozione che si prova nel sorseggiare…

A cena con il Conte Negroni da Pantaleo Food Wine Mixology – Roma

Roma è sicuramente una di quelle città dove trovare un posto per cenare non è certo un problema. Tanti sono i locali, ma tanti sono anche quelli che offrono una cucina quasi sempre uguale, ripetitiva e spesso turistica. Il risultato è che in una realtà così vasta come quella di Roma bisogna sapersi muovere e bene per trovare i locali giusti, buoni e innovativi o quelli che, grazie alle nuove tendenze degli chef, sanno proporre piatti originali e un’esperienza culinaria diversa. Pantaleo è sicuramente uno di quei ristoranti da provare: selezionata cura del cibo, atmosfera sofisticata e una bar mixology con una linea dedicata interamente al Martini. Da pochi mesi approdato nella capitale ha già saputo farsi notare… Ho sempre pensato di vivere nella città più bella del mondo, dove a volte il tempo si ferma, la mente può spaziare e si respira il profumo di epoche passate come in un film di Pasolini…

Madeleine una brasserie parigina nel cuore di Roma

Finalmente ho provato Madeleine! Sì era da tanto che volevo provarlo perché, dopo i locali di stampo americano, per me vengono quelli con un animo francese soprattutto se capaci di farti assaporare quel gusto burroso del croissant perfetto. Il problema di base è che dovevo solo annullare quei 600 km di distanza perché Madeleine si trova nella mia amata Roma! Ma un paio di settimane fa, complice un appuntamento di lavoro molto-molto-molto importante, sono tornata a Roma e questa volta non me lo sono lasciata sfuggire mettendolo da subito in cima alle mie priorità delle cose da fare e vedere nella capitale! Un angolo di Parigi a Roma Ciò che da sempre mi incuriosiva di Madeleine, oltre al croissant perfetto, erano queste graziose statuine in ceramica che comparivano tra un macarons e l’altro in ogni fotografia su instagram.  Appena entrata ho così cercato di indagare ed ho scoperto che…

Navigate