RICETTE AMERICANE

9 Posts Back Home

Pumpkin Pie – torta tradizionale alla zucca

Amo la zucca, mi piace in tutte le sue possibili varianti, dal dolce al salato. Probabilmente, da qualche parte dentro di me c’è del dna americano che fa sì che io adori questo momento dell’anno con la sua tradizione fatta di intaglio e di enormi zucche arancioni sparse davanti all’ingresso di casa. Che poi, la cosa strana è che io detesto il colore arancio, ma quello della zucca no! E come ogni anno in questo periodo vorrei tanto ritrovarmi nella bellissima atmosfera del New England, in qualche fattoria a raccogliere zucche e ad assaggiare ogni tipologia di dolce a base di pumpkin (ho vosto che esistono anche i Frosties alla zucca, ma perchè qua non arrivano???) in attesa della notte di Halloween. Ovviamente, come ogni anno invece sono a casa dividendomi tra lavoro ma anche tra i tanti  sogni ad occhi aperti. Va beh questi almeno me li posso concedere!…

Apple Pie tradizionale per il Thanksgiving Day

Il “Thanksgiving Day” ” ovvero il “Giorno del ringraziamento” è una festa di origine religiosa americana istituita dai Padri Pellegrini nel 1621 nella città di Plymouth, Massachusettes . E come per tutte le tradizioni americane sogno un giorno di poterla festeggiare come si deve oltreoceano con tanto di tacchino, patate dolci, salsa ai mirtilli e ovviamente una deliziosa Apple Pie. Il giorno del ringraziamento si festeggia il quarto giovedì del mese di novembre (per i miei amici canadesi si anticipa al secondo lunedì di ottobre) ed è in segno di gratitudine per il raccolto ma anche per tutte le cose belle ricevute durante l’anno trascorso. Ok, qui in Italia non siamo soliti festeggiarlo ( io l’Apple Pie l’ho fatta lo stesso, eh!) ma trovo però che sia importante dedicare una giornata per ringraziare delle cose ricevute durante l’anno. Spesso, sopraffatti dai mille pensieri e problemi quotidiani, ci dimentichiamo di quanto di bello ci accade……

Oregon Bounty Berry Buckle Pie ovvero torta ai mirtilli

Uno degli stati americani in cui ho deciso andrò a vivere (giusto tra qualche giorno ci saranno i risultati della green card lottery) è l’Oregon. Devo ammettere che non l’avevo mai considerato, ma dopo averlo visto l’estate scorsa ho dovuto ricredermi e me ne sono letteralmente innamorata: bello, immenso, selvaggio e così verde! Una delle cose che trovavo ovunque mi fermassi erano ricette e prodotti a base di marionberry: marionberry pie, marionberry biscuits, marionberry milk shake…Insomma i marionberry, che altro non sono che una varietà di mirtilli, in Oregon spopolano: molto simili ai nostri ma più grossi, succosi e dolci, quando li si pronuncia sembra quasi di dire il nome di una persona. Pochi mesi dopo essere rientrata in Italia, ho conosciuto virtualmente Bethany che abita proprio a Portland in Oregon. Anche lei ha un blog, anche lei è una foodie convinta e non solo. E dopo alcune mail in cui ci…

Oreo Cupcakes per una perfetta American Breakfast

Amo invece i cupcakes ma solo esclusivamente quelli della famosa Magnolia Bakery di New York. Generalmente preferisco preparare una “layer cake” ovvero una torta con mille livelli, mi diverte di più! L’Oreo invece, per quanto americano doc, non è in cima alla mia classifica personale di “cookies del cuore” (anche se quelli al gusto cinnamon rolls meritano). Devo però ammettere che questa versione di cupcakes che ho dovuto realizzare più che altro per accontentare una persona in particolare, non solo sono belli da vedere ma anche buoni da mangiare! L’impasto è un mix di cioccolato e biscotti sbriciolati che ho reso ancora più intenso aggiungendo delle gocce di cioccolato. Soffici e per nulla impegnativi da mangiare. Super semplici, Super veloci e Super gustosi: Per Super eroi! Ideali per una merenda fuori programma, per una bella dose di “confort food” ma perfetti per una colazione in pieno stile americano! Oreo Cupcakes Per 12 persone  I…

Hot Chocolate Marshmallows Bundt Cake

Era già da un po’ di tempo che volevo realizzare una Hot Chocolate rivisitata, con un ripieno di fluff che, per chi non lo conosce, altro non è che una crema di marshmallows. Complice il mio super pacco di My American Market con confezione extra large di fluff (big is better) e la voglia di una torta super cioccolatosa, l’occasione è arrivata. La base è una hot chocolate bundt cake tanto che nell’impasto c’è anche il preparato della cioccolata calda (yummy!). Una torta che tutto sommato è facile e veloce da preparare. Nella mia versione, ho preferito svuotare l’interno per farcirlo con la crema, facendo attenzione a non rompere il ciambellone. L’abbinamento ricorda quello dello smoore americano! Per esagerare (tanto la prova costume è lontana) e per un effetto ancora più cioccolatoso da miliardi di calorie ho deciso di tuffare la torta nella cioccolata calda. In vista di San Valentino, per dare un…

Gingerbread Cake con frosting alla cannella

Non esiste Natale senza vin brulè, profumo di cannella e gingerbread (mini pan di zenzero). Non che io sia una fan dello zenzero ma, se utilizzato nella versione dolce e natalizia, lo trovo davvero delizioso! Vista però in questo periodo l’invasione di gingerbread man che ti guardano ammiccanti e sorridenti sussurrandomi “mangiami”, nel mio countdown per il 25 dicembre ho voluto provare un diversa variante di Gingerbread… E così ho rapito tutti gli omini che hanno bussato alla mia porta e li ho intrappolati nella mia super torta. Non preoccupatevi, ovviamente scherzo e tutti gli omini sono sani e salvi. E’ che in realtà sono stata attratta fortemente più dall’idea di una variante sul tema, dall’idea di realizzare una torta che ha quasi un fascino vintage e dove il suo punto di forza è rappresentato da un frosting tutto (o quasi) panna e cannella. Ecco questa è la Gingerbread Cake che voglio!…

Banana Bread al triplo cioccolato

Il banana bread ovviamente è di origine americana e già solo per questo lo adoro: pane dolce a base di purea di banane facilissimo da realizzare, ma soprattutto velocissimo. Talmente veloce che sono riuscita a preparare questa variante al triplo cioccolato in uno di questi week end di fine anno che sono un tour de force. Finalmente sono anche riuscita a testare i miei prodotti by “American Market”, contenuti nel super pacco che qualche settimana fa vi ho mostrato. Ero davvero curiosa di verificare se questi originali ingredienti americani risultassero più efficaci dei nostri. Saranno in grado di esprimere il famoso “American Power” con il mio Banana Bread?  Effettivamente è stato così! Il lievito è super potente tanto da aver aumentato notevolmente il volume del mio Banana Bread rendendolo ancora più soffice. Le loro confezioni originali un pò retrò sembrano quelle di una tipica cucina americana degli anni 50 quasi come nel film “una…

Alpen Glow’s World famous granola recipe

Arrivare fino a Withefish a nord del Montana e alle porte de Glacier National Park è stata un impresa, ma ne è valsa davvero la pena solo per conoscere la famosissima granola di Miriam! Who is Miriam? Miriam è la simpatica signora che ci ha ospitati grazie ad AirB&B nella sua a dir poco bella casa! E nonostante fossimo arrivati tardissimo rispetto all’orario previsto (giusto qualche oretta), ci ha accolto con grande ospitalità prendendoci subito in simpatia. Sebbene esausti dalle molte ore di guida, ci siamo messi a chiacchiere animatamente con lei che si sforzava di pronunciare qualche parola di italiano. Prima di congedarsi  Miriam, con la sua pacata gentilezza, ci chiede: ”Cosa volete per colazione? caffè, frutta fresca, yogurt e la mia famosissima granola?” “Famosissima? Ha detto famosissima granola? hem non è che già che ci siamo mi dai anche la ricetta di questa granola?” . Al mattino, inutile dirvi la mia…

Obama Cake Cheesecake al cioccolato

Mancano ormai pochissime ore al termine di questa campagna elettorale alternata da momenti noiosi e battute banali a risvolti da spy story. Presto scopriremo chi sarà il vincitore dello spietato duello: quel pazzo furioso di Trump o la “fredda” Hillary? La mia speranza è che la maggior parte delle persone sia schierata a favore di Hillary consapevoli del possibile rischio di conferire tutto quel potere ad un uomo come Trump. Io tifo per Mrs. Clinton: tifavo per lei allora e tifo tutt’oggi. Mi sono iscritta anche alla sua newsletter per seguire passo per passo la sua campagna. Non che io possa votare, ma l’idea di vedere finalmente un presidente donna (si sa noi donne siamo più avanti…) rappresenta un passaggio storico unico, come lo è stato allora per Obama, primo presidente nero in una terra dove ancora oggi esistono grossi problemi di convivenza tra persone con il diverso colore della…

Navigate