Alla scoperta della penisola di Cape Cod – 10 cose da non perdere – Massachusetts

Eccoci Cape Cod! Dopo essere rimasti totalmente conquistati dalle “sue” isole (Martha’s Vineyard e Nantucket), durante il nostro viaggio nel New England siamo andati alla scoperta di questa lunga e sottile lingua di sabbia, ambita meta   vacanziera dei vicini bostoniani – Boston si trova a pochi chilometri a nord – ma anche degli stessi new yorkesi. Tra fari bianchi e rossi, lunghe e solitarie spiagge, porticcioli dove assistere al rientro dei pescherecci, paesini disegnati e cittadine “arcobaleno”, Cape Cod è una perla del Massachusetts da non perdere, tanto che la sua “luce” conquistò anche Hopper che qui trasse ispirazione per numerose sue opere.

lost in food cape cod race point
Tramonto a Race Point – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Perfetta per trascorrere giorni di relax senza dover correre alla meta successiva, a Cape Cod divisa in quattro zone, upper, mid, lower and outer (la parte più selvaggia), ci si gode il mare e il pieno contatto con la natura. Se si considera la cittadina di Sandwich come punto di ingresso e Provincetown (la cittadina situata nel capo più a nord) come punto di arrivo, la penisola si estende per circa un centinaio di chilometri tanto da sembrare quasi un’isola o più poeticamente parlando la coda di una balena.

Cape Cod non è però solo simbolo di vacanza, ma ha un rilevante ruolo nella storia americana: è in questo lembo di terra, e più precisamente a Provincetown, che la May Flower gettò l’ancora l’11 novembre del 1620 portando con sé dall’Inghilterra i Padri Pellegrini. Cape Cod può essere così considerato uno dei primi luoghi del Nord America ad essere colonizzato dai britannici.

Come anticipato, essendo meta di vacanza preparatevi, se la visitate tra luglio e agosto, ad un possibile fully booked, a bellissimi hotel con costi esorbitanti e ad un traffico molto intenso e rallentato con la conseguenza che i tempi di spostamento risultano decisamente più lunghi per percorrere anche brevi distanze. Ma non per questo dovete scoraggiarvi, anzi. Certo se poi potete visitarla in quel periodo dell’anno che per noi spesso risultano difficili da gestire in quanto a richiesta giorni di vacanze, come inizio autunno o la primavera, sappiate che in queste diverse stagioni troverete una Cape Cod dal fascino unico e soprattutto non affollata.

Da Hyannis a Provincetown ecco cosa non perdere in questa bellissima penisola!


1_ Andare alla ricerca dei fari più “famosi” d’America

Gli amanti dei fari (come siamo noi) troveranno pane per i loro denti in questa parte del Massachusetts. Comprendendo sia quelli disseminati lungo l’intero perimetro della penisola che quelli presenti sulle due isole sono ben 14, molti dei quali ancora operativi.

lost in food cape cod chatham lighthouse
Chatham Lighthouse – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Tra i più noti ci sono sicuramente quelli di Race Point situato in uno dei punti più a nord della penisola, l’Highland Light che, come viene descritto dallo scrittore statunitense David Thoreau, era il primo segno che i navigatori provenienti dall’Europa vedevano. E infine il Nauset Lighthouse.

lost in food cape cod chatham patatine
Nauset Lighthouse – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Quest’ultimo è sicuramente il faro più famoso, iconografico e fotografato di Cape Cod tanto che lo ritroverete e riconoscerete anche sul pack delle famose patatine “Cape Cod”. La sua costruzione venne approvata nel 1837 dopo i numerosi naufragi che avvennero in questa parte di costa che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Lo trovate non lontano da Orleans alla fine di Cable Road.
 

2_ Alzarsi all’alba per vedere il rientro dei pescatori

Sicuramente è uno dei momenti più coloriti da non perdere che vi proietterà in uno spaccato di vita tipica e di lunga tradizione di questo territorio. Noi abbiamo scelto il pittoresco villaggio di Chatham situato a sud est della penisola, a metà strada tra Fallmouth e Provincetown.

lost in food cape cod chatham peschereccio
Chatham – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Il porticciolo si trova a poco più di un chilometro dal centro dell’animato paesino. Qui da una terrazza sopraelevata potrete assistere al rientro dei pescatori con il “pescato del giorno” pronto per essere venduto e messo sui vari banconi tra gabbiani pronti a rubare un pesciolino o simpatici leoni marini che si aggirano con la loro faccia buffa nella speranza che ci sia qualcosa anche per loro.

lost in food cape cod chatham leonemarino
Chatham – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Noi abbiamo osservato questa scena con un cielo carico di pioggia quasi “alla tempesta perfetta” (ed effettivamente poco dopo è caduto il mondo dal cielo).

lost in food cape cod chatham fish due
Chatham Pier Fish Market – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia
lost in food cape cod chatham fish
Chatham Pier Fish Market – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Se avete tempo, attendete l’apertura del Chatham Fish Market per fare rifornimento di “lobster roll” o per assaggiare le altre prelibatezze che questa shack, considerata una delle migliori di Cape Cod e non solo, saprà riservarvi. Prima di rimettervi in marcia, fate anche tappa per una fotografia al Chatham Lighthouse.
 

3_ Apettare il tramonto in spiaggia  

Per gli amanti di sole, mare e spiaggia un po’ selvaggia, Cape Cod è sicuramente la meta perfetta per le sue distese di sabbia sovrastate in alcuni tratti da vere e proprie dune.

Lo spazio è immenso che anche nel periodo ad alta densità turistica, non avrete mai problemi di sovraffollamento…

lost in food cape cod race point tramonto
Tramonto a Race Point – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Sono tante le spiagge in cui potersi perdere in lunghe passeggiate o dove semplicemente godersi il sole e il mare: da Nauset Beach, la più popolare del Cape Cod National Seashore e dell’Outer Cape con il suo punto di osservazione posto proprio sul parcheggio, a Ballstone Beach nelle vicinanze di Truro, la cittadina dove visse Hopper e da cui trasse ispirazione per sue opere, fino ad arrivare alla selvaggia Race Point Beach.

Noi abbiamo optato per quest’ultima e abbiamo atteso fino al calare del sole per goderci lo spettacolo di tramonto degno dello stesso Hopper in compagnia delle foche che, visto l’orario e l’assenza di persone, nuotavano indisturbate quasi fino a riva. A completare lo scenario da cartolina c’era una famiglia che in attesa del calare del sole preparava marshmallows sul fuoco. This is America!

 

4_ Cercare una perla in un allevamento di ostriche

Quale posto migliore per degustare ostriche se non la costa del New England? E se siete dei veri estimatori non mancate una sosta alla East Dennis Oyster Farm dove i proprietari John e Stephanie gestiscono con passione e professionalità questa attività dal 2003. Qui non si viene solo ad assaggiare il pregiato mollusco nel loro Raw Bar ma si vive appieno il mondo delle ostriche scoprendo le varie fasi di allevamento, dalla selezione alla raccolta… Sia mai che troviate anche qualche preziosa perla.

 

5_ Divertirsi nella cittadina più colorata del New England: Provincetown

Provincetown, la cittadina più nota e più a nord di Cape Cod, vi sorprenderà per la sua vibrante e colorata atmosfera. Appena ci si avvicina al centro, si avverte subito un’aria quasi festosa che si irradia per le strade di questa località molto amata dal mondo LGBT. Decisamente affollata nei mesi estivi, se arrivate in macchina potreste avere qualche difficoltà nel cercare parcheggio oltre al fatto che sono molto cari.

lost in food cape cod Provincetown main street
Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Noi ci siamo divertiti a camminare in Commercial Street, la via principale piena di dettagli che avrei fotografato all’infinito tra casette colorate, negozietti di vario genere e numerose gallerie d’arte che qui troverete. Non mancano ovviamente i numerosi ristoranti (non perdetevi di gustarvi un’aragosta da Lobster Pot) o locali dove andare a divertirsi a qualsiasi ora del giorno.

lost in food cape cod Provincetown finestra
Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia
lost in food cape cod Provincetown dettagli
Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia
lost in food cape cod Provincetown casa viola
Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia
lost in food cape cod Provincetown angoli
Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia
lost in food cape cod Provincetown Andrea
Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Provincetown è comunque anche un luogo di rilevanza storica e proprio la torre del Pilgrims Monumet lo testimonia.  Alta circa 71 metri, si può salire in cima per avere una visione dall’alto della cittadina. Inoltre, da qui sono molte le crociere che partono per avvistare le balene. Alla sera, prima di gettarvi nella movida, fate un salto a Race Point per godere del bellissimo tramonto.

6_ Salpare per un’isola non troppo lontana

Una visita a Cape Cod non si può ritenere completa senza vedere le isole di Nantucket e di Martha’s Vineyard.

lost in food new engand nantucket faro arrivo
Nantucket I © Silvia

Gemelle diverse di un’antica leggenda meritano di essere visitate entrambe senza dover scegliere a cosa rinunciare. Per noi le due isole venivano prima di tutto e di Nantucket ce ne siamo letteralmente innamorati!

7_ Seguire le orme di Kennedy a Hyannis

La cittadina di Hyannis deve molto della sua notorietà ai Kennedy, per generazioni ha rappresentato il loro luogo dove venivano a trascorrere le vacanze estive.

lost in food hyannis massachusetts jfk museum
JFK Museum – Hyannis – Massachusetts I © Silvia

Attraverso il JFK Museum (ve ne ho parlato qui) e il Kennedy Legacy Trail, Hyannis diventa una tappa imperdibile per scoprire il ruolo cruciale che ebbe nella storia di vita sia politica che famigliare per JFK.

8_  Conoscere e riconosce i luoghi dipinti da Hopper

Edward Hopper, uno dei più noti pittori realisti del ventesimo secolo, trascorse diverso tempo nella sua dimora estiva di Truro che diventò inevitabilmente fonte d’ispirazione di numerose opere. Le più famose? Quelle che ritraggono i fari come “The Lighthouse at Two Lights” realizzata nel 1929. Ma sono davvero numerose le location ritratte dall’artista: qui avrete l’occasione di perdervi alla ricerca dei “suoi” luoghi “ ammirando i colori che lo fecero innamorare du questa parte di Massachusetts. Esistono anche diversi tour a cui ci si può affidare: hopperhousetours.com offre visite guidate di due ore dove una guida preparatissima, vi accompagnerà alla scoperta di una trentina di siti che furono “dipinti” nei quadri dell’artista.  

 

9_ Pranzare al Lobster Pot

A Provincetown, una vera istituzione è Lobster Pot (io lo sognavo da una vita) e quest’anno celebra il suo quarantesimo anno. Situato in Commercial Street, lo riconoscerete dai suoi colori rosso, bianco e blu e dalla sua inconfondibile insegna al neon. Ovviamente preparatevi alla costante presenza di una fila di persone che staziona davanti in attesa del proprio turno.

lost in food cape cod Provincetown lobster pot tre
Lobster Pot – Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Ma non preoccupatevi, il posto è grande e la fila tutto sommato scorre velocemente con attese negli orari critici che si possono aggirare intorno alla mezz’ora.

lost in food cape cod Provincetown lobster
Lobster at Lobster Pot – Provinceton – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

Una volta seduti, al menù andate direttamente alla pagina Lobster Tanks scegliendo tra le diverse opzioni, da quelle più classiche a quelle che utilizzano solo la polpa di aragosta. I prezzi per un piatto a base di aragosta variano tra i 30 e i 45 dollari ma credo ne valga proprio la pena. 

lost in food cape cod Provincetown lobster pot lobster
Lobster at Lobster Pot – Provincetown – Cape Cod – Massachusetts I © Silvia

10_ Percorrere in bicicletta la Cape Cod Rail Trail

Se avete modo di fermarvi qualche giorno in più per godervi appieno la penisola, dimenticatevi la macchina ed esplorate i diversi luoghi muovendovi in bicicletta! Trai tanti percorsi, la Cape Code Rail Road, così chiamata perché fiancheggia il percorso della vecchia ferrovia che ad inizio del 1860 e fino al 1960 fu operativa, nel suo percorso di 22 miglia è ideale per girare liberamente (aggiungerei in modo eco-sostenibile) e raggiungere numerose spiagge e località lungo il Cape Cod National Seashore: da Dennis a Harwich passando per Brewster, Orleans, Eastham e Wellfleet. Buona pedalata!

Ditemi, ora siete pronti per esplorare Cape Cod?

 

Leave A Reply

Navigate