A cena con il Conte Negroni da Pantaleo Food Wine Mixology – Roma

Roma è sicuramente una di quelle città dove trovare un posto per cenare non è certo un problema. Tanti sono i locali, ma tanti sono anche quelli che offrono una cucina quasi sempre uguale, ripetitiva e spesso turistica.

Il risultato è che in una realtà così vasta come quella di Roma bisogna sapersi muovere e bene per trovare i locali giusti, buoni e innovativi o quelli che, grazie alle nuove tendenze degli chef, sanno proporre piatti originali e un’esperienza culinaria diversa.

Pantaleo è sicuramente uno di quei ristoranti da provare: selezionata cura del cibo, atmosfera sofisticata e una bar mixology con una linea dedicata interamente al Martini. Da pochi mesi approdato nella capitale ha già saputo farsi notare…

lost in food pantaleo roma soci
Soci – Pantaleo – Roma I © Pantaleo

Ho sempre pensato di vivere nella città più bella del mondo, dove a volte il tempo si ferma, la mente può spaziare e si respira il profumo di epoche passate come in un film di Pasolini e Monicelli. E’ proprio tra questi vicoli e queste piazze, tra gli scherzi del marchese Grillo e protetti da San Pantaleo che nasce un’avventura: un’idea nata da amanti del buon bere, della buona cucina e dell’ospitalità, ma che soprattutto credono nella bellezza della convivialità. Con questo menù desideriamo farvi assaporare un’esperienza unica e coinvolgente, da vivere senza fretta. 

Dunque, entrate, rilassatevi e sorseggiate un buon bicchiere…
Paolo Sanna

 

Ieri ex libreria oggi locale di tendenza

Pantaleo nasce nel cuore di Roma a pochi passi da Piazza Navona e Campo dei Fiori grazie alla passione per il buon bere, il buon mangiare e la convivialità che qui si incontrano in uno spazio dall’atmosfera elegante e ricercata.

lost in food pantaleo roma salette
Pantaleo – Roma I © Pantaleo

Suddiviso su tre piani e con un’area geometricamente strana, a fare da padrone nel locale è l’enorme tavolo di ferro battuto lunghissimo, detto anche social table, che sembra svilupparsi quasi seguendo il perimetro del piano a livello strada. Qui vi è anche la cucina a vista, l’angolo dedicato al bar, regno incontrastato di Bruno, il barman capace di creare cocktail ad arte.

lost in food pantaleo roma mixology bruno
Bruno Mixology – Pantaleo – Roma I © Pantaleo

Al piano superiore, si trova una saletta più piccola caratterizzata da tavolini bassi, poltrone e divenetti dallo schienale alto per un’atmosfera più intima o più rilassata. Infine la cantina, perfetta per accogliere gruppi di persone o per organizzare percorsi di degustazioni personalizzate.

lost in food pantaleo roma cocktail
Pantaleo – Roma I © Pantaleo

Tutto il locale si caratterizza per un design minimal contrastato e riscaldato da colori come il rosso cardinale e l’oro, quasi a richiamare l’opulenza ecclesiale del passato. Un tempo questi spazi erano in realtà erano la sede di una vecchia libreria storica oggi completamente trasformati in un luogo trendy dall’insegna luminosa e con tanto di santo dipinto su uno dei muri ad accoglierti!

 

Il murales con il volto del Conte Negroni

A dare il benvenuto nel locale è infatti il particolarissimo murales di San Pantaleo che ha ispirato proprio il nome del locale: impossibile non notarlo con i suoi 4 metri di altezza impreziosito da finiture d’oro. Ma soprattutto è la storia di questo santo ad affascinare, una storia che sa di misterioso e miracoloso al tempo stesso.

La leggenda narra che Pantaleo fu un medico cristiano perseguitato e condannato a morte più e più volte. Già perché la morte, secondo gli scritti giunti a noi, di lui proprio non ne voleva sapere. Fu arso vivo ma le fiamme si spensero da sole, fu immerso nel piombo liquido che però non si solidificò, fu buttato tra le belve che però invece di sbranarlo gli fecero le fusa. Fu così che, successivamente, venne proclamato Santo.

lost in food pantaleo roma conte
Pantaleo – Roma I © Pantaleo

Oggi sulla base di questa storia, Leonardo Spina reinterpreta il personaggio dandogli quasi un’immagine eretica a simbolo di coloro che amano il buon cibo e il buon bere.

La rappresentazione di Pantaleo diventa un’immagine ricca di simbolismi legati alla sua storia originale ma anche a quella moderna del locale come l’enorme cucchiaio e il cocktail che tiene nelle due mani ed il volto che si trasforma in quello del Conte Camillo Negroni (inventore ovviamente del celebre cocktail). Non solo, le icone poste sopra alla sua immagine che richiamano la vita del santo, diventano gli elementi che perfettamente sono rappresentative delle tre anime del locale: il piombo per l’alchimia e il mixology, l’icosaedro platonico per la perfezione, armonia e il vino, il fuoco spento per il food ovvero le cruditè che sono poi il piatti forti del locale. Ai piedi del santo un leone in attesa di assaggiare il risultato.

Benvenuti da Pantaleo!

 

L’arte del Mixology

Da Pantaleo la mixology art dei cocktail è davvero presa molto seriamente. Se poi prima di incominciare la cena, come a noi vi piace sedervi e rilassarvi al bancone del bar per gustare un buon cocktail e scambiare magari quattro chiacchiere incuriositi dalle tecniche del barman, Pantaleo è il posto giusto!

lost in food pantaleo roma cocktail rosa
Cocktails – Pantaleo – Roma I © Silvia

L’ampia carta dei cocktail offre così tante scelte da incontrare ogni gusto e preferenza di distillati, tutti altamente selezionati. In particolare, non perdetevi le proposte di un grande classico, il Martini cocktail, che qui però è stato rivisto creando una serie di originali varianti ideate da Paolo Sanna, celebre bar mixologist: si va dal Dirty Pantaleo che è un martini sporcato dai sapori di Sicilia, con capperi e cucunci allo Spray con l’aggiunta di vermouth aromatizzato con origano dell’Etna e peperoncino e poi nebulizzato.

lost in food pantaleo roma aperitivo
Aperitivo – Pantaleo – Roma I © Silvia

Dedicato al Giappone, il Japan preparato utilizzando il sakè al posto del Vermouth con una aromatizzazione al wasabi e due gocce di salsa di soia. Non mancano ovviamente le proposte de grandi classici ma se posso dare un consiglio, qui lasciatevi guidare dai suggerimenti del barman oppure mettetelo alla prova sottoponendo i vostri gusti: di sicuro non vi lascerà a bocca asciutta!

 

Cenare da Pantaleo

Dalla carne al pesce il menù di questo locale sorprende per la particolarità dei piatti proposti seguendo una cucina non certo romana (anzi, direi appena sfiorata in alcune portate) ma più sofisticata (senza eccedere) e concentrata sulla ricercatezza della materia prima e degli abbinamenti dei sapori.

lost in food pantaleo roma ostriche
Ostriche – Pantaleo – Roma I © Pantaleo

 

A farla da padrone sono soprattutto le cruditè di carne e di pesce. Quest’ultime vengono servite in coppe di acciaio che fanno sognare chi è amante di questo genere. Importante ed inaspettata la selezione a cura di Corrado Tenace di pregiate ostriche che qui potrete ordinare: prevalentemente di provenienza francese, compaiono anche quelle di origine irlandese e quelle merroir ovvero dei nostri territori.

lost in food pantaleo roma tartare
Tartare – Pantaleo – Roma I © Pantaleo

Il menù è stato concepito sulla base del concetto della convivialità: dagli appetizers ai primi e ai secondi, l’idea è quella di portare gli ospiti a divertirsi nel creare e sperimentare il proprio percorso ideale di assaggi da condividere.

Noi questa filosofia l’abbiamo subito percepita e fatta nostra! Siamo partiti assaggiando la “pizza liquida” (sì avete capito bene!) dove la consistenza assomiglia a quella di una polentina. Come antipasto una tartare di scampi con mostarda di fichi e burro al caviale e una terrine di piccione e fegato grasso d’anatro, entrambi una vera delizia.

Come piatti principali Alex ha optato per dei tacos ripieni di pollo all’amatriciana (avrebbe fatto il bis..il tris…) accompagnati da una jaked potato mentre io ho scelto una scottata di tonno rosso con caramello di soya, wasabi e perle di salmone, delicato ed equilibrato nel contrasto di sapori, accompagnato da una julienne di carciofi con spuma di pere, crumble di pecorino e olive taggiasche. Wow!

Per chiudere un classico tiramisù, un dolce che non manca mai in nessun ristorante romano!

Ma molti erano anche gli altri piatti presenti nel menù che risultavano molto interessanti. Vorrà dire che ci dovremo tornare per divertirci di nuovo con i vari assaggi lasciandoci stupire anche dalle continue nuove proposte del giorno…
Tanto si può passare anche per un pranzo veloce…

 

PANTALEO FOOD, WINE MIXOLOGY
Piazza di San Pantaleo 4
00186 Roma
www.pantaleoroma.it

Leave A Reply

Navigate