Dieci posti a Milano dove sentirsi (un pochino) in America

Ci sono momenti in cui l’America mi manca davvero tanto, ma così tanto che desidererei prendere un biglietto aereo e volare oltre oceano. Beh, alzi la mano chi non ha mai sognato di essere un cowboy al seguito di grandi mandrie texane o vivere tra grattacieli infiniti o fermarsi ad ammirare paesaggi mozzafiato…

Che sia Oregon, Vermont, Texas o Alaska, ovunque si vada l’America rappresenta anche uno stile di vita o un modo di essere anche nel food: l’America è burger giganti, milkshake all’ora di pranzo, american coffee take away, colorati donuts, torte alte venti centimetri, brunch, bbq texano… è la cena del ringraziamento con il tacchino, è la cherry pie per il 4 luglio.

In attesa di tornarci al più presto, sono sempre alla ricerca di luoghi che in qualche modo possano farmi sentire meno la mancanza di quel mood a stelle e strisce.
Ecco 10 posti a Milano da non perdere per sentirsi (un pochino) in America!

 

Hamerica’s (United Taste of)

lost in food locali americani milano hamericas
Hamerica’s – New York I © Silvia

A Milano e non solo, ogni locale di Hamerica’s è un “viaggio” in una città statunitense diversa. Così se capitate in Corso di Porta Ticinese sarete catapultati a New York mentre in Via Terrario sarete a Boston la città rappresentativa del New England. Esistono poi San Francisco (Padova), Chicago (Trieste), ancora Boston e New York rispettivamente a Bologna e Treviso.. infine un coming soon, Dallas, tutto da scoprire. Hamericas non solo personalizza gli arredi del locale ma ricrea anche un ambiente ad hoc ispirandosi alle atmosfere che si respirano nelle diverse città. E questo aspetto lo si ritrova anche nel menù che varia “di città in città”. Quindi preparatevi ad un bel New York burger, ai gustosissimi Boston Philly Cheesesteak Sandwich o al Chicago Meatballs Sandwich. Non mancano poi nel menù le ribs, le costine di maiale, in diverse versioni. Le porzioni sono belle abbondanti, il menù è decisamente interessante con ottimi costi a fronte anche di una attenzione alla qualità dei piatti.
Per un viaggio attraverso gli United Taste of Hamerica’s,  qua potete trovare il mio articolo.

www.hamericas.com

California Bakery

lost in food locali americani milano california bakery
California Bakery I © Francesca Moscheni

California Bakery è stata forse una delle prime realtà ad arrivare in città importando il concept dei dolci americani diventando presto un’istituzione con le sue proposte di brunch, american coffee, scrambled eggs e tipici bagel. Ricordo ancora quando aveva un piccolo corner nel mitico store Fiorucci in San Babila e già allora adoravo andarci. Oggi i pareri sono un po’ contrastanti ma a me piace sempre e comunque tornarci di tanto in tanto. Il loro menù, dolce o salato che sia, ricalca appieno l’original style Made in Usa. Qui troverete tutte (o quasi) le tipiche torte americane, dalla cherry pie, alla red velvet o la bund cake. Interessante la loro proposta di cena del ringraziamento come sempre abbondante (ma un filo troppo costosa) e per chi vuole imparare i loro segreti in cucina hanno un ricco calendario di corsi la cui partecipazione ha dei costi decisamente abbordabili.

www.californiabakery.it

The Bagel Company

lost in food locali americani milano bagels
Bagel I © Silvia 

Arrivati in città un po’ dopo California’s Bakery, quando il bagel ha iniziato ad affacciarsi anche sulla scena milanese, il loro piccolo store in Porta Ticinese si contraddistingue per il suo approccio con preparazione express e take away. Menù easy dal costo medio per un panino ben imbottito. Si può scegliere tra diverse tipologie di pane home made tra cui anche quello con la cannella, l’uvetta o i cranberries. Per chi è a dieta, nessun problema, ci sono anche le insalate. Per chi non è a dieta, lasciatevi tentare da contorni come onion rings o hash brown. Aperto fino a tarda serata, c’è anche la possibilità di fare colazione a base di bagel con crema spalmabile, scrambled eggs o pancakes.

bagelsitaly.com

Fancy Toast

lost in food locali americani milano fanti toast
Fancy Toast I © Silvia

Si definiscono “Epic Toast from West Coast”, più precisamente da San Francisco! Arrivato a Milano da qualche anno, Fancy Toast ha portato un po’ di mood californiano nella città meneghina o meglio, come dicono loro, da Fancy Toast troverete “una piccola oasi felice nella metropoli italiana dove si lavora e corre”. Situato in Via volta 8, non lontano da Largo La Foppa, sforna fette giganti di “open toast”, ovvero un toast realizzato con una sola fetta di pane di ben 25 cm di lato che fa da base ad una serie di “strabordanti” ingredienti sani e coloratissimi. Vi assicuro che un solo open toast vi metterà alla prova. Super instagrammabili, soprattutto quello con il pink bash e l’avocado, e super buoni! Si spazia da quelli dolci a quelli salati, ideali per ogni momento della giornata che sia un pranzo, una colazione o una merenda. Accompagnateli assolutamente con la loro pink lemonade home made! Localino mignon, ben curato, con pochissimi posti a sedere.

www.fancytoast.it

Domino’s Pizza

lost in food locali americani milano domino's pizza
Domino’s Pizza I © Silvia

Probabilmente è il meno apprezzato tra le realtà di importazione americana ma del resto aprire una catena nella patria della pizza non può che essere una vera sfida, soprattutto quando tra i vari gusti spuntano una “pepperoni” con due p, una pizza burger o una pizza con pollo e salsa BBQ. Oh my god! Eppure ormai non c’è zona di Milano che non abbia il suo Domino’s.

I suoi punti di forza sono sicuramente i costi convenienti grazie alle formule di menù proposte, la consegna a domicilio, la possibilità di pizza “bigusto” per non parlare poi dei loro cinnamon stick che creano dipendenza (pasta di pane fritta spolverizzata di zucchero e cannella). La pizza è un po’ più piccola di quella che si trova in America (si saranno adattati al territorio), i locali sono sostanzialmente dei take away ma comunque hanno qualche posticino dove sedere per chi vuole consumare velocemente in loco.

Io scelgo ogni tanto Domino’s Pizza in ricordo di quelle giornate infinite trascorse on the road negli States dove arrivi stravolto dopo km e km macinati e non vedi l’ora di gettarti sul letto dell’hotel. E in questi casi Domino’s è la salvezza con la sua pizza che viene consegnata direttamente in camera in pochi minuti.

www.dominositalia.it

The Brisket

lost in food locali americani milano the brisket
The Brisket I © Silvia

Oh my Lonely Star! Un angolo di Texas è arrivato finalmente anche a Milano sbarcando direttamente sui Navigli. Ma soprattutto qui da Brisket incontrerete la vera ed originale filosofia del BBQ texano. Sì, avete capito bene, un locale che cucina la carne original from United States (importata proprio dal Texas…chissà da che mandria proviene!) seguendo il culto e il metodo unico di cottura del bbq texano.

La carne qui è qualcosa di decisamente serio (già dal nome lo si capisce: il brisket è la pregiata punta di petto) con cotture e affumicature che vanno da un minimo di 5 fino ad arrivare a 15 ore. Il risultato? Una carne che si scioglie in bocca dal sapore intenso e ben equilibrato arricchita dagli aromi che derivano dalle affumicature. Scegliete tra i vari tagli come brisket, pulled pork, ribs…e molto altro.Tra i contorni, serviti in simpatici tegami molto stile cowboy, non mancate di prendere la pannocchia tagliata  a rondelle e le squisite patate dolci al forno. Ogni piatto, ben curato nella presentazione, è accompagnato da salse ovviamente home made.

Dunque, amanti della carne, lasciate a casa i vostri amici vegetariani, o vegani (beh lasciate a casa anche stivali e cappello da cow boy, a Milano siamo un po’ fashion) e non perdetevi assolutamente questo posto, il Brisket! Il costo è nella media per uno starters, una portata principale con contorno e birra. Possibilità di scegliere alla carta o di puntare sul  piatto “Welcome to Texas” per una degustazione completa delle carni texane. Ottima anche la carta dei distillati con una buona varietà di whiskey americani e di alcuni moonshine, i distillati di mais un tempo illegali.

Aperto solo alla sera eccetto nel week end dove scatta l’ora del brunch: in questo caso il menù cambia con la carne texana che viene sempre servita ma scegliendo tra 10 tipologie di panini “gourmet”. Al costo di 25 euro avrete incluso un panino, scrambled eggs, succo di arancia, american coffee e un dolce a scelta tra quelli presenti alla carta! Nel week end potrete comunque  optare nel caso per la formula “solo panino”.

www.brisketmilano.com

Dad’s Dely Pastrami & More

lost in food locali americani katzs
Pastrami – Katz’s New York I © Silvia

Per chi a New York non ha mancato di fare tappa dal mitico Katz’s, il pastrami ora lo potete degustare anche all’ombra del Duomo. Ok, forse da Katz’s si va più per la scena entrata nella storia di Harry ti presento Sally anche se i suoi panini sono qualcosa di spaziale: ma chi ci vieta di fingere di trovarci per qualche istante nella Grande Mela? Per chi invece non è ancora volato oltre oceano e vuole nel frattempo assaggiare questa carne di manzo (o di maiale) che viene preparata secondo un procedimento particolare di affumicatura, cottura e spezie, il locale Dad’s è perfetto.
Ambiente soft e luminoso con un menù che spazia dai sandwich, agli hamburger fino a piatti completi. Tra le carni, tutte pregiatissime, spicca l’Angus proveniente dall’Australia. Non mancano piatti a base di  salmone e tacchino così come pannocchie (adoro!), patate al cartoccio o patatine come contorno e tipici dolci americani come cheesecake, carrot cake o apple pie. Il locale si torva in zona Piazza delle 5 giornate.

Dad’s Deli Pastrami & More

That’s Bakery

lost in food locali americani milano cup cakes magnolia
Cup Cakes Magnolia Bakery I © Magnolia Bakery

Tornare dall’America senza aver voglia di portare con sè un cup cake di Magnolia Bakery o dei Sprinkler cup cake per finire con una Georgetown cupcake, è davvero difficile. Ed è altrettanto complesso trovare un locale che proponga dei cupcakes che non abbondino di crema al burro stravolgendo così il gusto di questo dolce.

Molti ci hanno provato e pochi ci sono riusciti. Il mio preferito si trovava a Milano sui Navigli… si trovava perché ahimè ha chiuso. Ho dovuto andare così alla ricerca di una valida alternativa e That’s Bakery, in Via Vigevano, è riuscita a conquistarmi! Niente burro, la crema è davvero buona, quasi perfetti! Tra i miei preferiti quello alla Nutella, una pericolosa delizia! Disponibili in due dimensioni, quello classico e dunque più abbondante e quello mignon giusto per lo sfizio, i cupcake sono proposti in diversi gusti spaziando da quelli più tradizionali – sempre presenti come quello al peanut butter, alla carrot cake, alla red velvet o alla cheesecake – a gusti limited edition davvero speciali.

Il locale inoltre, se vi interessa, effettua il brunch tutti i giorni. Sì avete capito proprio bene, ogni giorno della settimana! Ed ha perfino le patatine dolci americane fritte! Ammetto che il brunch non l’ho ancora testato ma prometto di rimediare quanto prima.

www.thatsbakery.com

Tizzy’s New York bar & grill

lost in food locali americani milano tizzy's
Tizzy’s NY Bar & Grill I © Silvia

L’immagine di Obama appeso dietro al bancone e bandiera americana arrotolata vicino alla porta questi i pochi tratti distintivi di Tizzy’s New York Bar & Grill sempre sui Navigli oltre al fatto di essere gestito da una newyorkese doc. Hamburger, patatine e milk shakes per un menù piuttosto classico e senza molti fronzoli. L’ho testato proprio durante le vacanze natalizie portando con me un amico americano che mi ha insegnato, concedetemi il termine, “una porcata” americana, ovvero immergere le patatine direttamente nel milkshake… voi non fatelo però! Brian, il mio amico, era entusiasta per la presenza nel menù del Tribeca Club Sandwich a base di avocado, tacchino e bacon. Per il resto, panini abbondanti e burger nella media: accompagnateli con un buon milk shake alla nutella!!!!

www.tizzys.it

American Crunch

lost in food locali americani milano american crunch
American Crunch I © Silvia

Quando rimpiangi di non poter infilare tutte quelle cose strane che trovi nei supermercati americani, ecco oggi c’è una soluzione ed è American Crunch! In una vietta perpendicolare a Via Torino, questo negozietto mignon è la mia salvezza quando voglio fare incetta di Oreo dai mille gusti (cinnamon rolls, apple pie, brownies), frosting per torte (il mio preferito è quello al cioccolato della Betty Crocket) salse al formaggio per preparare pasticciati nachos, topping della Hershey e vari gusti di cornflakes (anche se quest’ultimi costano come un gioiello…). Ho perfino comprato del mac&cheese (scusate ma Beechers di Seattle mi mancava così tanto)! Preparatevi a costi non proprio abbordabili ma da American Crunch troverete tutto quello che si vorrebbe mettere in valigia quando ci si trova negli States. E’ possibile fare acquisti anche sul loro sito. In alternativa potete dare un’occhiata anche a myamericanmarket o a davesamericanfood.

www.americancrunch.it

Waiting for… Starbucks

lost in food locali americani starbucks
Starbucks I © Silvia

Le discusse palme le hanno messe davanti al Duomo, aprile del 2017 è diventato ottobre ma ad oggi è ancora un mistero e non si sa se e quando Starbucks arriverà davvero. Nel frattempo, tutti noi amanti di Starbucks attendiamo fiduciosi l’apertura. Probabilmente quando arriverà quel momento non ci andremo tutti i giorni ma avere finalmente il tanto famoso bicchiere bianco con la scritta verde proprio in Piazza del Duomo e poter prendere un caramel macchiato o un frappuccino ci renderà un po’ più felici. Beh, allora Starbucks, ti dai una mossa? In alternativa a due passi c’è Arnold Cafè: se vi mancano le ciambelle e vi piace un ambiente molto universitario potete ripiegare nel frattempo su questo locale!

Non solo american food

Milano fortunatamente ha anche un paio di piccole chicche come:

American Bookstore

lost in food locali americani milano american bookstore
American Bookstore I © Silvia

In un angolo di Piazza Cordusio, quasi un po’ nascosto, questo negozio esiste fin dal 1981.
Qua troverete libri e romanzi in lingua originale e tutto quello che riguarda la cultura americana e più in generale quella anglosassone. Non solo libri, sono infatti tanti anche gli oggetti, le decorazioni o le curiosità legate al mondo americano che difficilmente si reperiscono in altri punti vendita di Milano. Ammetto di non avere mai comprato nulla ma adoro comunque entrarci tutte le volte che ci passo davanti anche solo per curiosare tra i vari libri e le piccole bandiere americane che spuntano qua e là.

www.americanbookstore.it

Nipper

lost in food locali americani milano nipper
Nipper I © Silvia

Per chi lo stile a stelle e strisce vuole portarlo direttamente a casa, sempre sui Navigli non mancate di fare un salto da Nipper il vero paradiso del modernariato e delle memorabilia made in US: pezzi degni di una Las Vegas, vecchie insegne della Coca Cola o di distributori di benzina e perfino il pagliaccio di Mac Donald! Certo, i costi non sono propriamente abbordabili ma, se non avessi deciso di arredare casa seguendo lo stile scandinavo, qui avrei comprato diversi oggetti!

www.nippermilano.com

A due passi da Milano

Per chi abita a due passi da Milano, ergo nella mia Brianza, ci sono tre posti che soddisferanno la vostra voglia di american style. A Monza andate nella mia amata Coffee House di cui vi ho parlato qua (ricordatevi che in bagno c’è sempre Capitan American a sorvegliare su di voi) o da Burger’s Family simile per certi aspetti a California Bakery ma con costi più abbordabili: ottimi i loro hamburger, l’apple pie e la tarte tatin. A Erba esiste invece il Crazy Driver dove vi sembrerà di trovarvi in un tipo diner americano stile anni 50′. Devo ammettere che è una vita che non ci vado (spero che abbia mantenuto i suo buoni standard di qualità)…ma rimedierò presto riportandovi news.

 

4 Comments

  1. Devo assolutamente andare da American Bookstore!!!
    Mi hai aperto un mondo con questo articolo Silvia! ❤
    Devi sapere che io sono una fanatica di Starbucks e in ogni viaggio all’estero lo cerco! Quindi non vedo l’ora di averlo anche a portata di mano!
    Adorabili anche California Bakery e The Brisket, potrebbero aiutarmi quando soffro di mal d’America (cioè spessissimo!)
    Hai avuto davvero una bellissima idea con questo post!
    Un bacione!

    • Silvia Reply

      Sono certa che te ne innamoreresi subito! 🙂 Noi abbiamo sempre un caffè in sospeso quindi anche senza Starbucks (a proposito sono anche io come te) potremmo organizzare un giretto americano-milanese 🙂 ps. grazie 🙂

  2. Vedi la fortuna di abitare a Milano e non in un piccolo paese di provincia dove la cosa più innovativa ed esotica è un take away cinese (di infima qualità)? Se hai nostalgia degli Stati Uniti direi che hai solo l’imbarazzo della scelta! Io ora mi fionderei da Dad’s Deli per iniziare e poi magari a merenda da California Bakery ❤️

    • Silvia Reply

      he Si Milano ultimamente è sempre più internazionale! Abbiamo perfino uno Skyline… se il tuo paesino di provincia non dista tantissimo da Milano ti aspetto per andarci insieme a fare un american food tour alla milanese!

Leave A Reply

Navigate