Cascate del Niagara info e consigli per visitarle dalla parte canadese

Sicuramente annoverate tra le cascate più famose al mondo, le Niagara Falls attraggono orde di turisti creando anche forse tanta o meglio, troppa, aspettativa.

lost in food niagara falls canada silvia canadian
Niagara Falls I © Silvia

Alex le aveva già viste – ammetto che sono stata io ad insistere per andarci – ed ha passato tutto il nostro viaggio a ripetermi che probabilmente ne sarei rimasta un po’ delusa… oltre che a ripetermi “perché ci andiamo?” Effettivamente di turisti ce ne sono, eccome, effettivamente Niagara Falls è un grande e immenso parco giochi a tratti un po’ kitsch. Però, quando alla fine con il tuo bel impermeabile di plastica arrivi sotto quell’immensa massa d’acqua, beh come dire, in quel momento “ti gasa”!

 

Cascate canadesi e cascate americane

Nonostante non siano le cascate più alte del mondo (vantano solo un 50° posto) ciò che le rende così famose ed imponenti è la loro impressionante portata idrica. Da qualche parte ho letto che ogni secondo versano l’equivalente di 3000 tonnellate d’acqua al secondo! Che sia giorno o notte, inverno o estate, questo fenomeno naturale è una attrattiva a livello mondiale con il loro boato assordante e la nebbiolina costante a cavallo tra i due paesi, Stati Uniti e Canada.

Il mio animo americano tempo fa avrebbe scelto ad occhi chiusi quale versante scegliere. Oggi invece posso dire che la parte canadese è decisamente il versante che offre una vista migliore e più ravvicinata.

lost in food niagara falls canada panoramica
Niagara Falls I © Silvia

Ad ogni modo, non disperate, e passaporto alla mano potrete attraverso il Rainbow Bridge visitare entrambe le sponde, le Bridal Veil Falls (o American Falls) e le più grandiose Horseshoe Falls senza neppure (in questo caso) la necessità di un Esta per l’America o di un eTA per il Canada, le due tipologie di visti elettronici richiesti per entrare da turisti rispettivamente nei due paesi.

 

Escursioni a Niagara Falls

Diverse sono le escursioni che si possono realizzare ed in base a quelle che si scelgono, dipenderà anche il tempo da trascorrere a Niagara. Tra le varie opzioni, sono quelle sul versante canadese che meritano di essere effettuate.

MAID OF THE MIST
E’ l’attrazione per cui tutti vengono fino qua! Salite a bordo dell’imbarcazione e nel giro di venti minuti vi troverete vicinissimi alle cascate nel lato dell’Horseshoe per ammirarne tutta la loro potenza.

lost in food niagara falls canada battello
Niagara Falls I © Silvia

L’imbarcazione parte puntando verso la cascata più lontana, vira e torna indietro passando di fianco alla seconda cascata per poi riportarvi al punto di partenza.

Adrenalina a mille, acqua, rumore e una nebbiolina composta da milioni di gocce d’acqua tanto che in alcuni punti faticherete a tenere gli occhi aperti (fate attenzione a macchine fotografiche e cellulari!).

Sarete dotati prima di salire a bordo di un poncho impermeabile di colore rosso (colore canadese, blu per la parte americana) ma tornerete comunque un po’ fradici soprattutto se come noi vi posizionerete proprio in cima alla barca dalla parte della prua. I traghetti partono ogni 15 minuti: non spaventatevi se davanti a voi troverete parecchia gente, la coda si smaltisce in fretta.

lost in food niagara falls canada american falls
Niagara Falls I © Silvia
lost in food niagara falls canada cascata
Niagara Falls I © Silvia

Volendo questa escursione è possibile farla anche alla sera con le cascate illuminate e fuochi d’artificio.

JOURNEY BEHIND THE FALLS 
Qui grazie ad una ascensore scenderete direttamente sotto le cascate. Proverete inoltre l’emozione, passando attraverso un tunnel, di ritrovarvi proprio sotto lo scroscio della cascata.

 

Sempre grazie allo stesso tunnel arriverete ad una passerella all’aperto dove sarete di fianco alla cascata e, anche se armati di poncho, questa volta giallo, non bagnarsi sarà impossibile.

lost in food niagara falls canada silvia impermeabile giallo
Niagara Falls I © Silvia

WILD PLAY NIAGARA FALLS MISTRIDER
Per i più audaci la Zipline! Grazie ad un imbracatura (tempo permettendo) si scende sospesi “nelle vicinanze” delle cascate…Ma forse dovrei dire ammirando le cascate: in realtà non è per niente vicina-vicina anche perché sarebbe un po’ pericoloso. Personalmente come attrazione l’ho trovata inutile.

 

Costi e biglietti Escursioni

Nonostante il notevole afflusso di turisti provenienti da ogni parte del mondo, per vivere Niagara Falls non è necessario prenotare le diverse escursioni da casa prima di partire. Noi avendo dormito proprio a Niagara, ci siamo alzati presto la mattina (beh non prestissimo, intorno alle 8) e dopo la colazione abbiamo acquistato i biglietti in modo tale da non trovare ressa. Ci siamo poi goduti la tranquillità della promenade che costeggia tutta la zona e una volta finito di scattare mille foto abbiamo raggiunto il punto dove ci si imbarca.

Il costo per salire a bordo dell’Hornblower per vivere l’emozione del Maid of Mist è di 20 dollari a testa: per risparmiare potete poi acquistare dei pass. Qui tutte le opzioni per i vari pacchetti.

 

Dormire o no a Niagara Falls?

Generalmente Niagara Falls è spesso considerata una sorta di “gita fuori porta” dalla vicinissima Toronto che dista solo 1 ora. Diversi sono i tour organizzati in giornata e generalmente uno dei più gettonati è quello che prevede la visita sia a Niagara Falls che nella carinissima cittadina di Niagara On the Lake.

Noi, o forse dovrei dire io, ho preferito dormire direttamente a Niagara Falls anche se questa scelta comporta sicuramente dei costi piuttosto alti soprattutto se vorrete un buon hotel vicino alle cascate e magari con vista sulle stesse. Già, perché le stanze con vista cascata hanno un costo maggiorato! Tante sono le offerte, a costi però decisamente spropositati che portano poi a ripiegare ad hotel secondari.

lost in food niagara falls canada hotel
Hotel con vista cascate Niagara Falls I © Silvia

Noi grazie ad Amex (American Express) siamo riusciti a concederci un ottimo hotel: lo Sheraton on the Falls, con tanto di camera con vista dalla quale ci siamo goduti anche i fuochi d’artificio. Ammetto però che la nostra stanza aveva un costo di ben 300 dollari canadesi.

Se anche voi avete Amex (lo so in Italia non è molto frequente) quando state organizzando il viaggio, fate un giro sul portale della carta di credito, registratevi con la vostra card e verificate le offerte degli hotel. Già perché a noi è capitato più volte di usufruire di hotel di una certa categoria ma con tariffe speciali e decisamente scontate dedicate ai possessori di questa carta di credito. E così grazie al cash back che in questo caso veniva applicato se si superava una certa soglia di costo nel prenotare un hotel, siamo riusciti a permetterci questa follia.

Se pernottate a Niagara ricordatevi che alle 22 ci sono i fuochi d’artificio sopra le cascate. Durano solo 10 minuti ma ne vale la pena e tra luci sulle cascate che variano in continuazione e i fuochi d’artificio, l’atmosfera è davvero emozionante!

 

Escursioni vicino a Niagara

A pochi chilometri dalle cascate, se avete tempo, visitate la carinissima Niagara On the Lake, una piccola cittadina che sembra una bomboniera. Per gli amanti del vino, questa zona dell’Ontario è famosa per l’Ice Wine: scegliete tra le varie cantine per andare alla scoperta di questo speciale nettare. Infine a 10 minuti di macchina dalle cascate si trova un enorme outlet – dove io ho fatto incetta di magliette di Ralph Lauren e Tommy Hilfiger a costi davvero vantaggiosi (a maggior ragione grazie al cambio euro-dollaro canadese) – e qui ho mangiato anche le famose Beavertails!

 

Leave A Reply

Navigate